Comuni

Palma Campania, la scuola “De Curtis” in nomination al concorso “Corti Cultural Classic”

loading...

Palma Campania, 24 Maggio – Gli alunni della classe prima C del primo Istituto Comprensivo “Antonio De Curtis”, scuola secondaria di primo grado, sono presenti in nomination al Concorso Corti Cultural Classic 2018, insieme ad altri sette candidati, con un corto selezionato tra circa cinquanta presentati da altrettante scuole.

Gli allievi, guidati dalla professoressa di Italiano, Carmela Ariano, hanno realizzato un cortometraggio dal titolo “Progetto Vincenzo”, dedicato all’illustre personaggio palmese Vincenzo Russo, ai suoi Pensieri Politici ed a Fonti e Luoghi della Rivoluzione Napoletana a Palma Campania.

 

Le ricerche hanno privilegiato alcune riflessioni del pensatore, patriota e martire della Repubblica Napoletana del 1799, nato a Palma Campania il 16 giugno 1770 e giustiziato sulla piazza del Mercato il 19 novembre.

Le sue ultime parole, stando al diario di Diomede Marinelli, furono: «Io muoio libero e per la Repubblica». Il cortometraggio della scuola “De Curtis” – sostenuto con grande entusiasmo e tenacia dal dirigente scolastico Annamaria Franzoni – ha ripercorso i luoghi della vita del giovane rivoluzionario: la casa natia, sita in Vicoletto Russo; via Municipio, dove è affissa una targa commemorativa; la chiesa di San Michele Arcangelo, dove Russo è stato battezzato.

 

«Lo studio di alcune idee politiche e le relative riflessioni hanno condotto i ragazzi alla consapevolezza di essere custodi e fruitori di una grande ricchezza culturale, spingendoli a diventare futuri cittadini attivi nella difesa del patrimonio del loro paese», ha dichiarato la professoressa Ariano con vivo entusiasmo, che ha aggiunto: «Ho ritenuto giusto e doveroso che gli studenti di Palma Campania ricordassero l’illustre cittadino, autore dell’opera I Pensieri Politici, avvicinarli alle sue idee così moderne, scegliendo quelle più vicine al loro sentire. Lo studio ha appassionato i ragazzi, anche gli alunni stranieri, presenti in gran numero nell’Istituto ‘De Curtis’, e che spesso arrivano nelle classi ad anno scolastico inoltrato, smarriti di fronte alla nuova realtà, ai nuovi compagni, isolati dal contesto territoriale. Queste attività permettono una concreta integrazione perché consentono la conoscenza dei compagni e della terra in cui vivono, gliela fanno sentire propria, come quella che hanno lasciato, spinti dalla necessità. La scuola è aperta a tutti, dunque tutti hanno diritto all’istruzione», ha concluso la docente.

Il 27 maggio, nello scenario del suggestivo Palazzo Aragonese, avrà luogo la manifestazione per la premiazione, che vedrà un pubblico attento anche al lavoro dei ragazzi della ‘De Curtis’.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.