Comuni

Nola, “Ti Cucino Stoccafisso e Baccalà”: lo chef Alessandro La Marca dedica una serata ai re indiscussi della tradizione gastronomica partenopea

loading...

Nola, 22 Novembre – Sabato 24 Novembre ci sarà,presso il ristorante “Ti Cucino” di Nola, una cena a tema dal titolo “Ti Cucino Stoccafisso e Baccalà”, in cui il merluzzo nelle sue due versioni, secco e salato, la farà da padrone.

Senza ombra di dubbio, dunque,  una ghiotta occasione per provare alcune ricette a base di stoccafisso e baccalà, due pietanze che occupano da sempre un posto di primo piano nella cucina partenopea tradizionale, ma anche in quella moderna e contemporanea. Lo chef Alessandro La Marca propone un menù degustazione intrigante con proposte classiche, come il baccalà fritto in varie versioni, accompagnato da scarole e papacelle.

Seguiranno, come primo piatto, i pennoni di Gragnano con sugo di stoccafisso e, come secondo piatto, il mussillo di stocco con patate e pomodorini. Dulcis in fundo: panna cotta alle castagne con salsa ai cachi. Prezzo: € 30,00 a persona (acqua e vino della casa compresi).

«È il periodo migliore per apprezzare questo prodotto – asserisce lo chef di “Ti Cucino”, Alessandro La Marca – Stoccafisso e baccalà sono spesso confusi ma non sono la stessa cosa, sono due modi diversi di conservare un unico pesce, il merluzzo. Lo stoccafisso è il merluzzo che viene messo a essiccare ai venti del Nord Europa, mentre il baccalà è il merluzzo conservato sotto sale. Hanno un’origine popolare povera, ma sono molto nutrienti, ricchi di proteine, sali minerali e grassi buoni. La genuinità della materia prima da sempre ispira la mia creatività ed è alla base della mia cucina». “Ti Cucino” è un ristorante con sede a Nola, in via Anfiteatro Laterizio 138, che sotto la guida dello chef La Marca, mira a preservare i sapori e le ricette della tradizione nostrana e a far sentire il Cliente come a casa propria.

 Rivolgiamo qualche domanda allo chef Alessandro La Marca.

Quanta passione deve esserci in cucina, affinchè i suoi piatti siano allorchè perfetti al tetto della bocca?

«La passione è la cosa fondamentale, essenziale, e che dopo 14 ore in cucina a lavorare si affrontano solamente se c’è passione».

Se manca l’ingrediente principale è un lavoro che non si può portare avanti con successo. Cosa consiglia a chi decide di intraprendere quest’attività?

«Lanciarsi in questo mondo culinario, quindi di ristorazione –  consiglia La Marca –  permette anche di girare il mondo, mi rivolgo alle nuove leve, di acquisire tante esperienze nuove, e se hanno la passione di affrontare tutti i ritmi serrati e stressanti che questo lavoro apporta, saranno vincenti. È un lavoro bellissimo – conclude lo chef –  entusiasmante e con tante soddisfazioni, io ho le mie, attraverso quest’ingrediente: la passione».

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.