Comuni

Nola, Gruppi di Battenti nel giorno di Pasqua

Nola, 22 Aprile – Ogni anno, Nola nel giorno di Pasqua vive una tradizione popolare di fede profonda con la suggestiva e toccante processione dei Battenti. Nella serata del 16 Aprile 2017, il commovente rito di devozione alla Madonna dell’Arco si è svolto a Nola presso il cortile dell’abitazione di Via S.Luca n. 36 di Francesco Bussone, che da 20 anni rivolge il suo messaggio di fede alla Beata Vergine di S. Anastasia, confortato da alcune Associazioni di Battenti della Zona.

Sono trascorsi 565 anni dal Primo Miracolo della Madonna dell’Arco e Lunedi 28 Marzo 2016, migliaia di devoti hanno continuato a recarsi al Santuario di S.Anastasia. Una Fede che non conosce crisi e si nutre della memoria sacrificale della passione, morte e Resurrezione di Gesù Cristo. Speranze umane di salvezza dell’anima e sanità del corpo trovano sollievo in questa forma religiosa che offre un senso di protezione, di sicurezza e di tutela dalle malattie, dai vizi, dalle difficoltà e dalla violenza del terrorismo. Il Delegato responsabile del Santuario della Madonna dell’Arco (Comprensorio Agro Nolano) Angelillo Giuseppe, insieme ai componenti  Enzo Femina e Luigi Miele hanno organizzato nella Domenica di Pasqua, l’incontro religioso antecedente al Lunedi d’Albis, giorno di partenza per il Santuario, presso la proprietà Bussone.

Nell’ occasione sono intervenuti: il gruppo dei giovani Battenti di Cimitile guidati dal Presidente Felice Ferrara, I rappresentanti della Scuola specialistica in beni domo Etno Antropologici dell’Università “la Sapienza”, coordinati dalla Prof.ssa Katia Ballacchino e la votiva Ass. “Piazza Vesuviana” di Casalnuovo con 30 Bandiere, 50 componenti e il gruppo scultoreo della statua della Madonna, sorretta da una poderosa base decorata. I Gruppi dei Battenti, accompagnati dalla banda musicale, sono stati accolti dal devoto Francesco e dai numerosi fedeli presenti, che con fervore ed emozione, hanno assistito alla cerimonia religiosa.

Per l’occasione l’edicola sulla parete dell’abitazione con il quadro della Madonna, è stata opportunamente decorata con fiori, luci e decorazioni. Il rito sacro è iniziato con una solenne preghiera a cui ha fatto seguito la sfilata dei portatori votivi che al ritmo della musica sacra, hanno innalzato la propria bandiera con l’effige della Madonna. La cerimonia si è conclusa con i convenevoli Auguri e Omaggi dei rispettivi gruppi di battenti, i fuochi d’artificio, i saluti e l’applauso per la partenza  del pellegrinaggio per il Santuario di S. Anastasia.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa