Comuni

Napoli, violenza fuori controllo negli ospedali: una aggressione anche al San Giovanni Bosco

Verdi: “Serve l’istituzione di postazioni di polizia negli ospedali, oramai le violenze nelle strutture sanitarie sono un’emergenza”

 

 

Napoli, 28 Luglio – “Non cessano gli episodi di violenza nelle strutture sanitarie. Dopo l’aggressione al Loreto Mare se ne è consumata un’altra al San Giovanni Bosco. Il tutto nel giro di poche ore. Stavolta il responsabile è marito di una paziente che, pretendendo che la donna saltasse la procedura di accettazione per ricevere prima l’assistenza medica, ha aggredito verbalmente il personale, arrivando a danneggiare del mobilio”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli commentando l’episodio reso noto dall’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate”.

“Da tempo chiediamo l’istituzione di presidi di polizia negli ospedali. Crediamo sia arrivato il momento di darci ascolto. Oramai le violenze nelle strutture sanitarie sono un’emergenza. Atti di violenza che non si contano più e che mettono a repentaglio ogni giorno l’incolumità e la sicurezza di coloro che si prodigano per offrire assistenza sanitaria ai pazienti”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa