Politica

Napoli, Tina Rispoli senza cintura di sicurezza lancia una cicca di sigaretta dal finestrino dell’auto durante un video

Borrelli e Simioli: “Pessimo comportamento per un personaggio pubblico, chiede di arrivare a 250mila fan su Instagram per dare questi esempi?”

 

Napoli, 28 Luglio – “Restiamo profondamente interdetti dal comportamento di Tina Rispoli che, in un video postato sui social da suo marito, il cantante neomelodico Tony Colombo, lancia una sigaretta che è intenta a fumare dal finestrino dell’auto. La donna, tra l’altro, non indossa la cintura di sicurezza. Riteniamo il suo comportamento pessimo e assolutamente inconciliabile con la figura di personaggio pubblico che ritiene di rivestire. In un periodo storico in cui insiste una rinnovata sensibilità nei confronti dell’ecologia e della difesa dell’ambiente comportarsi in questo modo significa sdoganare quei modi di fare che rendono sporche e degradate le nostre città”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “Solo pochi giorni fa Tony Colombo chiedeva ai fan di ‘accontentare’ la moglie, permettendole di varcare la soglia dei 250mila fan su Instagram. Ci chiediamo che esempio voglia dare alle migliaia di persone, tra cui molti giovani, che la seguono sui social”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa