Cultura

Napoli, Teatro Augusteo. IL MUSICAL Dei MONTY PYTHON’S: “Spamalot”

loading...

Napoli – Al Teatro Augusteo, di recente sul palcoscenico, una comicità surreale; una bella favola teatrale. Elio in scena con il musical “Spamalot”.   È noto che, lo spettacolo è tratto da Monty Python e il Sacro Graal, titolo in inglese; “Monty Python and the Holy Grail” che è un film commedia del 1975. È stato scritto, interpretato e diretto dal gruppo comico inglese dei Monty Python durante un intervallo tra la terza e la quarta serie del loro popolare programma televisivo Monty Python’s Flying Circus.

 Il riferimento, in questa circostanza, va al celebre gruppo musicale “Elio e le storie tese” fondato da Stefano Belisari in arte Elio. Elio, in versione teatrale, è Re Artù; il personaggio in primo piano rivisto in chiave ironica e comica ma che non perde il suo fascino leggendario. Una parodia, caricatura ma con tutti gli elementi del musical: canto, ballo, musica dal vivo, abbaglianti e lucenti costumi e recitazione al massimo grado di umorismo. Una vicenda che si svolge intorno alla tavola rotonda; ma aquest’ultima gli sono stati cambiati i connotati e diventa “rotondissima”; come si nota ironia artistica anche nelle più consolidate definizioni. Spamalot , e non Camelot, inteso come spettacolo fa largo uso di tecniche consolidate: dal dialetto al travestimento e contaminazioni letterarie con i miti di altri eroi: ‘I tre moschettieri‘ di Alexandre Dumas o l’’Odissea‘ e citazioni dell’immaginario pop contemporaneo vale a dire dall’intrattenimento televisivo. Non poteva mancare un riferimento al musical stile Broadway.

 Nell’insieme lo spettacolo è ricco di luci e belle scenografie che fanno letteralmente da cornice, che di fatto accompagnano lo svolgersi della trama. Lo spettacolo è in una dinamica visitazione tra ambientazioni ed epoche storiche e mitologiche diverse. Ecco sulla scena materializzarsi l’antica Britannia e un contraddittorio villaggio finlandese all’inizio dello spettacolo. E ancora dal coro stile lazzaretto manzoniano a una Camelot ambiente Las Vegas. Insieme ai prodi che man mano si uniscono ad Artù si tenta un assalto contro i francesi utilizzando un vecchio trucco; quello del “coniglio di Troia”.

 Al pubblico e ai più dotti è più che nota la storia del cavallo di Troia; ora che al posto del cavallo di legno ci sia un coniglio è un dato inconfutabile di assicurata comicità e ironia. La vicenda si colora di mistero quando strane creature fiabesche espletano la richiesta più assurda: allestire il musical di Broadway. La non logica è di garantita comicità.  Vi è stata una grande attesa per questo musical. I scena un Re Artù che arruolerà, per un’importante missione, i cavalieri della tavola molto, molto, molto rotonda.  A raccogliere questa sfida dell’adattamento in italiano del musical è stato Rocco Tanica, grande appassionato conoscitore dell’opera dei Monty Python. La direzione musicale è di Angelo Racz, la coreografia è affidata a Valeriano Longoni.  L’ingresso di Elio nel cast completa il quadro e rende Spamalot uno degli spettacoli teatrali più interessanti. Elio, non nuovo a questo genere di spettacolo, torna al musical dopo il successo de “La Famiglia Addams”.  Va detto e precisato che in quarant’anni anni nessuno aveva mai osato mettere in scena i Monty Python, con la loro comicità surreale e testi pieni di riferimenti spesso intraducibili.  Sono da citare alcuni dati tecnici amministrativi e interpretativi, recitativi: la Regia di Claudio Insegno il  Testo e Liriche di Eric Idle ; le Musiche sono di  John Du Prez, Traduzione e adattamento: Rocco Tanica.  Sulla scena con Elio, impegnato, successivamente, anche per il Festival di Sanremo 2018, ci sono Pamela Lacerenza, Andrea Spina, Umberto Noto, Giuseppe Orsillo, Filippo Musenga, Thomas Santu, Luigi Fiorenti. Ensemble: Michela Delle Chiaie, Greta Disabato, Federica Laganà, Maria Carlotta Noè, Simone De Rose, Daniele Romano, Alfredo Simeone, Giovanni Zummo.

 La Direzione Musicale è affidata a Angelo Racz. Coreografia: Valeriano Longoni. Scene: Giuliano Spinelli, Costumi: Lella Diaz, Disegno Luci: Alin Teodor Pop e infine il Disegno Audio: Edoardo Priori.

 

20180201_215307.jpg20180201_233110.jpg

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.