Comuni

Napoli, sversamento nello specchio d’acqua di via Caracciolo a due passi da “Mappatella beach”: l’acqua diventa lattiginosa e maleodorante

Verdi: “Ennesimo episodio di questo tipo, abbiamo inviato una segnalazione all’Arpac e alla Capitaneria di Porto”

 

Napoli, 24 Giugno – “Nella giornata di domenica ci è stato segnalato un nuovo sversamento nello specchio di mare antistante via Caracciolo. Stavolta il fenomeno si è verificato in corrispondenza di uno scarico a breve distanza da “Mappatella Beach”, la spiaggia della rotonda Diaz frequentata da centinaia di bagnanti. L’acqua ha assunto un colorito biancastro ed ha iniziato ad emanare un pessimo odore. Purtroppo si tratta dell’ennesimo episodio di questo tipo che ci troviamo a denunciare. L’ultimo si era verificato poco più avanti, in corrispondenza del molo borbonico, non più tardi di una decina di giorni fa. Evidentemente riversare sostanze vietate negli scarichi a mare e nei tombini è una scelta abituale degli incivili”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini. “Circa il caso di via Caracciolo – proseguono Borrelli e Gaudini – abbiamo inviato una segnalazione all’Arpac e alla Capitaneria di Porto chiedendo di assumere i provvedimenti del caso”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa