Comuni

Napoli, Spreco Alimentare: L’Istituto Alberghiero Ferrarioli presenta il suo “RICICLETTARIO”

Napoli, 22 Maggio – Ogni anno in Italia sprechiamo circa 149 kg di cibo consumabile a testa. Il 32% riguarda latticini, il 30% la carne, il 29% le uova, il 28% il pane e la pasta, il 17% i prodotti ortofrutticoli e il 15% il pesce. Di qui il progetto “Il Riciclettario” realizzato dagli alunni delle classi Terze di Enogastronomia dell’Istituto Alberghiero “A. Esposito Ferraioli” di Napoli proposto dalle docenti di Scienza degli Alimenti Sandra Molinari e Maria Paola Sasso in collaborazione con l’associazione a Rerum Novarum.

Obiettivo: promuovere la cultura del consumo consapevole del cibo e del contrasto allo spreco alimentare favorendo il ricorso all’impiego intelligente e accattivante di alimenti consumabili che spesso finiscono nella pattumiera.

Il progetto sarà illustrato domani, mercoledì 23 marzo 2018, alle 10.30 presso la sede succursale di via Gorizia 2 a Napoli, con l’evento conclusivo che vedrà gli alunni proporre le ricette elaborate durante il corso.

Con la Dirigente Scolastica Rita Pagano, la Vicaria Nerina Del Prato e le docenti autrici del progetto, saranno presenti i responsabili della Rerum Novarum.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa