Cultura

Napoli, ritorna il salotto telematico della poetessa Tina Piccolo

loading...

Napoli, 20 Febbraio – Il salotto telematico di Tina Piccolo si rinnova giovedì 22 febbraio con nuovi ospiti. E’ una bellissima idea diventata realtà.

Al Salotto Telematico della poetessa Tina Piccolo gli artisti si incontrano, si confrontano e vengono intervistati dal dinamico giornalista Giuseppe Nappa. 

Meraviglioso, perché confidano le loro emozioni, i loro sogni, la loro prospettiva per il futuro. E giovedì prossimo saranno ospiti il bravissimo Salvatore Minopoli che fa parlare la sua chitarra e raccoglie ovunque successo e consensi, sarà inoltre presente la scrittrice Nicoletta Russo col suo nuovo libro di cui parlerà nell’intervista. Originale e struggente certamente commuoverà molte persone. Ci sarà anche il teologo Elpidio Moccia con la sua cultura e la sua grande fede e l’attore e regista Nello D’Auria.

Appuntamento molto atteso quello con la poetessa, scrittrice e animatrice Dora Della Corte che ci parlerà dei suoi prossimi progetti. Non mancherà qualche bella poesia di Lello Castiello che di recente ha vinto un altro Premio letterario. Sul finire gli artisti verranno premiati con bellissimo ed artistico medaglione e con un libro di liriche interessantissimo. Saranno premiati dalla titolare TINA PICCOLO, Ambasciatrice della poesia nel mondo che ne esalterà le doti e descriverà in sintesi le capacità creative e la salda intelligenza.

Una poesia molto richiesta, “Quann’ero piccerella” sarà declamata dalla stessa Tina che ha già pubblicato oltre 35 libri. Sarà certamente una serata eccezionale e di meritato e autentico successo.

 

La poesia di Tina Piccolo: “Quann’ero piccerella”

Quann’ero piccerella
sunnavo ‘e cose belle,
na casa chiena ‘e ggioia,
cu ‘e iuoche ‘e criaturelle.
Mò ca songo nonna
faccio na preghiera
pe fà cunzula’ ‘o core.
‘E figlie sò crisciute
e songo penzionata.
LL’ammore era na favula ,
nun l’aggio cunusciuto ,
nun saccio cchiù che d’hè……
Mo’ scrivo libbre e premio
chi tene cchiù valore,
Faccio mille cose,ma me sento sola,
Chi vede nu ritratto ‘e na signurenella,
dice cu passione “MA TU IRE OVERO BELLA!”
Na lacrema me scenne
e faccio finta ‘e niente….
Si ‘a rota ‘e chesta vita
ha fatto stuorto ‘o ggiro,
suspiro,piglia ‘a penna
e torno a sfrennesià..

 

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.