Comuni

Napoli, Devasta Triage del Santobono. Pretendeva che sia lui che la moglie accompagnassero il figlio: identificato come codice bianco

loading...

Verdi: “Qualora si tratti realmente di un militare l’Esercito valuti l’opportunità del congedo”

Napoli, 29 Marzo – “Restiamo basiti dinanzi all’ennesimo caso di violenza all’interno di un ospedale con l’aggravante che, stavolta, si è verificato in una struttura pediatrica. L’associazione Nessuno tocchi Ippocrate ha denunciato che un uomo ha devastato il Triage dinanzi al diniego di entrare con il figlio, già accompagnato dalla moglie, all’interno del pronto soccorso”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli commentando quanto avvenuto presso l’ospedale Santobono di Napoli nella giornata di giovedì. “Apprendiamo con soddisfazione – prosegue Borrelli –  che l’azienda ha affidato all’ufficio legale la richiesta di risarcimento del danno. Chi danneggia le strutture all’interno degli ospedali deve pagare quanto rotto fino all’ultimo centesimo. Tra l’altro, stando a quanto riferisce l’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate l’incivile sarebbe un militare. Qualora la notizia fosse confermata l’Esercito farebbe bene a valutare l’opportunità del congedo. Soggetti del genere non hanno diritto di far parte delle forze armate in quanto violenti e socialmente pericolosi”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.