Comuni

Napoli, Confapi: “Palo crollato, abbiamo rischiato un’altra tragedia”

loading...

Il presidente Gianpiero Falco: dopo il dramma di Fabiola Di Capua, serve manutenzione

Napoli, 17 Agosto  – «La storia evidentemente non insegna nulla. La manutenzione degli impianti di illuminazione, a Napoli, dovrebbe essere una priorità dal 2006. Oggi, al Vomero, è stata sfiorata un’altra tragedia».

Lo ha detto Gianpiero Falco, presidente Confapi Napoli.

«Abbiamo rischiato di rivivere il dramma della povera Fabiola Di Capua, uccisa dal crollo di un lampione in Via Caracciolo il 22 dicembre 2006 – ha aggiunto Falco –. Solo per un miracolo, non si registrano danni a cose o persone».

«L’Amministrazione comunale del sindaco Luigi de Magistris, ultimamente distratto un po’ troppo dai temi di politica estera, non deve stupirci con effetti speciali – ha concluso il presidente delle Pmi del capoluogo campano – ma assicurare l’ordinario. Non è difficile, ma a Napoli tutto diventa impossibile».

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.