Magazine

Napoli, Al Teatro Augusteo di Napoli Claudia Cardinale e Ottavia Fusco in scena con lo spettacolo “La strana coppia”

loading...

Un progetto registico di Pasquale Squitieri.

 

Napoli, 18 Aprile – Al teatro Augusteo, consenso di pubblico, in scena “La strana coppia”.  Davvero una strana coppia! Uno spettacolo da due volti da un lato un esponente di primo piano del Teatro anglosassone, Neil Simon e dall’altro un personaggio della nostra tradizione cinematografica e teatrale, come Pasquale Squitieri.  

Un testo noto del Teatro contemporaneo: “La strana coppia”. Squitieri ha scelto la versione al femminile del famoso testo di Simon, da mettere in scena con due artiste fantastiche: Claudia Cardinale e Ottavia Fusco. In scena, con loro, Patrizia Spinosi, Lello Giulivo, Nicola d’Ortona, Cinzia Cordella, Angela Russo. La regia è stata affidata ad Antonio Mastellone. In scena Claudia Cardinale che è stata definita l’attrice più importante degli anni 60; unica a conseguire una notorietà internazionale. Non a caso la stampa internazionale la definita spesso la donna più bella del mondo durante uno specifico decennio di riferimento. Meriterebbero citazione e commento tutti i suoi film; valga, in tal caso, solo due per tutti “Il Gattopardo” per la regia di Luchino Visconti e ovviamente “ C’era una vota il west” per la regia di Sergio Leone, film del 1968. In breve la trama raccontata in un elegante scenografia; un appartamento, un ampia vetrata dove si distingue un pezzo di panorama della città fatta di palazzi inseriti in uno scenario urbano e dove c’è apparente quiete: Olivia, questo il nome del personaggio, conduce un’esistenza priva di vita in un nulla assoluto.

 La ragione di tutto è la separazione dal marito. Ingarbugliata e superficiale è la sua vita; vive sola in un appartamento trasandato, passando i venerdì̀ sera a parlare di pettegolezzi vari e a giocare a poker con le amiche. La routine di Olivia viene scompigliata dall’arrivo di Fiorenza, un’amica anch’essa lasciata dal marito di nome Sidney.  È caratterialmente l’opposto di Olivia: precisa in modo ossessivo, assillata dall’ordine e dalla pulizia della casa.  La sua fragilità consiste nell’esser incapace, in modo patologico, di rassegnarsi alla fine della propria vita coniugale. Fiorenza, Olivia, Vera, Silvia e Michi, i personaggi femminili in scena, sono amiche strette, un amicizia vera e hanno condiviso tutto. Quando Fiorenza è costretta a lasciare casa paventando il suicidio in seguito alla fine della sua relazione, il rifugio più̀ intuitivo è il gruppo, di amiche.

Attraverso l’arma dell’ironia, Simon mette in scena drammi umani rendendoli divertenti, costruendo cinque personaggi, nel caso specifico, al femminile rappresentative delle nevrosi, delle manie, dei nostri ordinari dolori. Afferma Antonio Mastellone in alcune note di regia: “Affrontare la messa in scena di una commedia dalla drammaturgia esile e al contempo solida come quella de “La strana coppia“ di N. Simon, significa trattare alcuni dei drammi più̀ ricorrenti nell’esistenza umana attraverso la lente strutturante dell’ironia, del divertimento e dell’umorismo. La vicenda alla quale assistiamo, nella versione femminile scritta dall’autore negli anni ’80, prende le mosse dalla fine del matrimonio di una delle protagoniste, Fiorenza Unger, che tra minacce di suicidio e lamenti per la felicità perduta viene ospitata da Olivia Madison, amica di lunga data.

La stessa Olivia vive sola a seguito del fallimento del suo matrimonio. In parte per solidarietà̀ con l’amica, in parte per colmare il vuoto della propria esistenza, offre ospitalità̀ e sostegno a Fiorenza. Fin qui nulla di particolare, un normale scenario di fine relazione sentimentale e di solidarietà̀ amicale. Si ricostituisce così, in breve tempo, una prigione coniugale. L’unione tra due solitudini destinata a esplodere: una strana coppia!….. “.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.