Cultura

Napoli, A “Ricomincio dai Libri” Diogene Edizioni presenta “Migranti di Lusso” di Salvatore Principe e Nunzio Saviano

loading...

Napoli, 9 Ottobre – Grande successo alla Fiera del Libro di Napoli “Ricomincio dai Libri 2018” (5-7ottobre) per la presentazione del libro di Salvatore Principe e Nunzio Saviano “Migranti di Lusso. I due volti del Mediterraneo, crocevia di viandanti”, un volume a quattro e più mani che affronta in modo del tutto particolare il tema sempre attuale delle migrazioni nel Mediterraneo. Un testo agile, che alterna saggio e romanzo, nel quale all’analisi dei flussi migratori, dei loro motivi, mostra il volto dei migranti, attraverso il racconto della storia di due migranti “diversamente tali”, Salvatore e Amir, nel tentativo di sottrarre la narrazione di questo fenomeno caratterizzante la natura umana alla massificazione generalizzata e generalizzante del flusso indistinto di persone ridotte a numeri.

Nella loro alternanza saggi e romanzo si sviluppano all’unisono, il nucleo dal quale essi si dipanano è lo stesso: il destino del migrante. Lo strano destino del migrante ai giorni nostri è quello di essere vittima non soltanto della disperazione della sua terra, ma anche della crisi del mondo occidentale. Infatti, chi migra lo fa quasi sempre per paura, fame, bisogno o guerra e lo fa con la speranza di trovare un porto sicuro, un luogo nel quale realizzare il proprio progetto di vita. “Migranti di lusso. I due volti del Mediterraneo, crocevia dei viandanti”, edito da Diogene Edizioni è un libro di Salvatore Principe e Nunzio Saviano in cui i due autori si interrogano sul problema della migrazione, sulle motivazioni che spingono coloro che partono a lasciare la loro terra natia, i loro affetti, il loro retaggio, e d’altro canto si chiedono se le scelte, dei paesi europei dove queste persone sono loro malgrado dirette, siano davvero efficaci ed adeguate.

All’immigrazione si guarda solitamente in termini collettivi e assoluti: il riferimento costante è al fenomeno generale, alle masse che premono e ai popoli che sono chiamati ad ospitarle. Si evocano sempre sentimenti generali nei quali non c’è spazio per il singolo, per l’uomo, per la donna o per il bambino che sono risucchiati nel vortice di questo processo senza mai esserne protagonisti. Persino nel dramma è la moltitudine ad essere protagonista: i morti sono centinaia, i sofferenti migliaia o decine di migliaia. Volti che si susseguono dagli schermi e, attimo dopo attimo, divengono tutti uguali e quindi sovrapponibili.

Eppure quello dell’immigrazione è in ogni caso il viaggio di una persona sola, la cui storia è sempre diversa da quella del proprio compagno, foss’anche una madre o un fratello. Salvatore Principe e Nunzio Saviano, invece, raccontano di due uomini, di due mondi diversi, dei loro volti, che s’incontrano nelle speranze, nelle ambizioni e nelle prospettive, differenti eppure uguali di ogni migrante di quel Mediterraneo che ora più che mai nella storia è il crocevia dell’immigrazione più disperata, dei morti annegati, dei traffici indegni, del cinismo dei rimpatri e dello sfruttamento affaristico, ma anche del coraggio e dell’umanità di tanti che rischiano la loro vita per salvare sconosciuti malmessi e tremanti nel nome della fratellanza

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.