Politica

Mozzarella DOP, A. Cesaro e E. Russo (FI):”Bene risveglio Giunta ma vigileremo”

Napoli, 31 Agosto – “Finalmente anche la Giunta regionale della Campania si è resa conto dell’attacco alla DOP della Mozzarella di Bufala campana da parte del Ministero. Aspettiamo che alle parole del consigliere all’Agricoltura del Presidente De Luca, Franco Alfieri, seguano i fatti”. Così i consiglieri regionali di Forza Italia Armando Cesaro ed Ermanno Russo sul caso della doppia DOP per la mozzarella italiana.

“E’ un risveglio tardivo ma incoraggiante quello di Palazzo Santa Lucia – evidenziano i consiglieri azzurri –, speriamo solo sia funzionale ad un’azione politica ed istituzionale in grado di mettere ordine e ristabilire la scala delle priorità in un settore strategico per l’economia nazionale e per le esportazioni all’estero”.

“Come Forza Italia saremo vigili, obbligando il governo regionale a riferire in Consiglio, anche attraverso interrogazioni question time se necessario, per comprendere quali iniziative concrete siano state messe in campo in queste ore per arginare un attacco in piena regola al marchio della bufala DOP. Un comparto che, lo ricordiamo, conta 50 mila addetti e 600 milioni di euro di fatturato”, concludono gli esponenti di Forza Italia.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.