Politica

Migranti, “Europa è ognun per sé”: il brutto gioco di incolpare qualcun altro

Napoli, 11 Novembre – La Francia accoglie i migranti a Tolone. E annuncia che Ocean Viking è stata accolta in “via eccezionale”.

Sono rimasta molto colpita dalla reazione aggressiva del governo francese, incomprensibile e ingiustificabile”, Giorgia Meloni. Una reazione giudicata negativamente anche da Carlo Calenda, Azione. “La cosa peggiore che potrebbe fare oggi l’opposizione è salutare con entusiasmo il gesto sbagliato della Francia per indebolire la Meloni. Da ogni punto di vista l’escalation dell’Eliseo appare stonata e esagerata. Esistono ragioni dell’Italia che prescindono dagli schieramenti”.

La Francia ha ragioni inspiegabili. Predica accoglienza, purché la facciano gli altri. “Macron ha accusato il governo italiano di essere inumano. E come ha reagito a questa sedicente ‘inumanità’ italiana? Spedendo 500 gendarmi a Mentone per chiudere ermeticamente la frontiera ai migranti e denunciando l’accordo per il loro ricollocamento in Europa. Insomma Macron vuol fare la prima donna dell’UE e regolare i suoi conti politici interni sulla pelle dei migranti, dei quali, con tutta evidenza, non gli importa un fico secco. Ma come è umano questo Macron!! Vogliamo citare qualche numero? L’Italia in un anno ha accolto quasi 90.000 migranti, la Francia 38.

Basterebbe questo dato per capire tutta l’ipocrisia della Francia e dell’UE, che fa finta di non capire che il problema delle migrazioni potrà essere gestito in maniera corretta e ‘umana’ solo attraverso un impegno umanitario collettivo. L’ho ha detto anche il papa, che non mi pare sia l’ultimo venuto. Dobbiamo forse considerare ‘inumano’ anche lui, per aver richiamato l’UE e i suoi paesi membri alle loro responsabilità?” Domenico Vecchioni, diplomatico, ambasciatore.

La responsabilità… Già! “Europa è ognun per sé. Ciascuno cerca di scaricare i problemi che ha sugli altri. Oggi la questione migranti con la Francia, domani con la Germania per le politiche fiscali. Al trattato bilaterale Italo-francese del Quirinale farà presto seguito un trattato della stessa natura tra Italia e Germania”, Lucio Caracciolo, direttore di Limes.

La reazione francese ha solo chiarito la realtà: in Europa ognuno pensa a sé, tranne l’Italia. “Guarda un po’ il paradosso dei sovranisti. Quelli italiani vogliono che i migranti delle ong se li prenda la Francia, e quelli francesi li vogliono tenere in Italia”. Antonio Polito, editorialista del Corriere della Sera.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.