Comuni

Marano, Strage di gatti. I volontari: “Li stanno avvelenando tutti”

Marano, 14 Settembre – A Marano una ‘strana’ moria ha colpito diversi gatti della zona di Piazzetta della Pace, sul Corso Italia. Sembra che siano stati tutti avvelenati.

A denunciare la vicenda sono i volontari che si occupano dei randagi: “C’erano decine di gattini nella zona al punto da voler fare colonia, ora sono spariti tutti. Per l’inverno avevamo iniziato a preparare cucce di polistirolo come riparo per loro. Sono stati avvelenati, dei tentativi sono stati fatti pure con i cani. Questa cosa va avanti da tempo ma l’allarme è scattato soltanto quando è stato avvelenato il nostro gatto Silvestro mascotte della zona.” – spiega la Dosa Giordano, fattasi portavoce dei volontari.

“È un tipo di fenomeno, vergognoso, in cui purtroppo ci imbattiamo sempre più spesso. Chi uccide così crudelmente dei poveri gatti è sicuramente una persona che non ha alcun rispetto per la vita in generale e come tale va punita in maniera assolutamente esemplare. Chiediamo alle Autorità di indagare su questa faccenda per poter così incastrare i responsabili che andranno denunciati. Noi ci uniamo a questa denuncia, ci batteremo sempre per difendere gli animali dalle crudeltà dell’uomo.” – hanno dichiarato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli ed il conduttore del La Radiazza Gianni Simioli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione[email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.