Politica

Manovra, Rostan (LeU): “Credito d’imposta per videosorveglianza negli studi medici e Fondo per presìdi fissi delle forze negli ospedali”

loading...
Napoli, 12 Novembre – “La sicurezza dei medici, degli operatori sanitari e dei loro pazienti deve essere  la priorità in un Paese come il nostro che intende vantare uno dei sistemi sanitari più efficienti al mondo. Presenterò due emendamenti.  Uno che prevede il credito d’imposta per gli ambulatori e le strutture private che intendono dotarsi di sistemi di videosorveglianza. Il secondo per l’individuazione di un Fondo da destinare alle forze dell’ordine per garantire la presenza di drappelli fissi negli ospedali”. Lo ha dichiarato Michela Rostan, vicepresidente della Commissione Affari sociali della Camera nel corso della trasmissione “Mattina9” su Canale9.   
“Si tratta di due misure indispensabili per un’azione di prevenzione efficace – prosegue la deputata di Liberi e Uguali –   finalizzata alla riduzione del numero, insostenibile, di oltre tremila aggressioni l’anno al personale medico nell’esercizio delle proprie funzioni. Contro questo fenomeno non serve militarizzare le aree esterne dei nosocomi bensì avere agenti pronti a intervenire e arrestare gli aggressori e i violenti che sempre più spesso mettono a soqquadro i reparti di Pronto soccorso”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.