Attualita'

Mafia, Cafiero De Raho a Radio Crc: “Organici di polizia e magistratura ridotti, manca forza sufficiente per lottare”

loading...

Napoli, 11 Dicembre – “La polizia aveva in organico 116mila persone, ora sono operativi in 98mila. Stesse riduzioni, in proporzione, per Carabinieri e Guardia di Finanza. Se riduciamo gli organici finiamo con il non avere le forze sufficienti per combattere le mafie”. 

Lo ha detto stamattina, a Radio Crc, nella trasmissione Barba e Capelli, il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho.

“Con qualunque procuratore del sud parli – ha dichiarato ancora Cafiero De Raho – mi dice che non ha organico e risorse. Nelle procure più esposte mancano i Pm e i giudici. Mancano perfino i Gip per convalidare i provvedimenti. Mancano per un quarto, o addirittura la metà. Questo significa indebolire fortemente l’azione di contrasto alle mafie. Nonostante la buona volontà dei vertici di forze dell’ordine e magistratura, se non si rafforza la potenzialità offensiva dello Stato ricostruendo gli organici del passato, finiamo col non avere le forze sufficienti per lottare”.

 Ecco la registrazione audio integrale dell’intervista

https://www.mixcloud.com/radiocrctargatoitalia/federico-cafiero-de-raho-barba-capelli-11-12-2018/

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.