Politica

Liberalsocialisti per l’Italia, R. Serpico: ”Vogliamo realizzare l’ambizioso progetto di riunire finalmente i socialisti. Un grazie ai miei maestri De Martino, Ariola e Carpino”

loading...

Cerreto Sannita, 5 Ottobre – Grande soddisfazione per il dott. Renato Serpico che proprio in queste ore è stato cooptato nella Segreteria nazionale con la responsabilità della sezione esteri del partito dei Liberalsocialisti per l’Italia.

L’abbiamo raggiunto mentre rientrava a casa con la sua auto, rilasciadoci le prime dichiarazioni ufficiali dopo l’importante notizia della nomina. ”Ho accettato questo incarico – dichiara Renato Serpico –  rinunciando ad un movimento politico da noi creato qui nel Sannio che si chiamava Italia Socialista con un grande ed unico obiettivo: realizzare finalmente il progetto di riunire i socialisti. In particolare tutti quei socialisti che sono rimasti a casa, mortificati dall’andazzo politico generale, dal 92’ in poi, e che avevano perso ogni speranza. Il nostro obiettivo è di riaprire la luce, di dare forza a quel lumicino di idee affinché diventi un incendio per il nuovo socialismo moderno. Un autentico riformismo che sappia guardare e sappia rispondere ai meriti e ai bisogni della gente. Un riformismo che sappia dare risposte positive alle istanze dei giovani per un domani migliore”.

 

Quali sono adesso i progetti futuri?

Desidero fare prima di tutto un appello alla pace nel mondo, per tutti. Nel nostro piccolo, portare avanti ciò che i socialisti hanno sempre detto con forza: no alla violenza, no alle guerre, ma soprattutto un si convinto al dialogo. E su questa posizione ci tengo a mettere sul tavolo alcune questioni, prima fra tutte quella venezuelana. Ci sono milioni di italo-venezuelani di seconda generazione, che sono stati abbandonati al loro destino. Sembra quasi che il governo italiano sia abbastanza ceco da non vedere, da non intervenire in sede Onu per tutelare adeguatamente i nostri concittadini. Sulla questione catalana poi c’è stato un errore di strategia da parte del governo spagnolo che non ha saputo o non ha voluto dialogare, ascoltare le istanze di semplice autonomie regionali che non dovevano portare alla richiesta di indipendenza, alimentando così una violenza inaccettabile. Sulla questione coreana, che è una faccenda molto importante, l’Italia è stato uno dei primi paesi a riconoscere il governo coreano e oggi il nuovo ministro degli esteri che ci rappresenta, sta portando avanti una politica di rottura, abbandonando il dialogo. Noi crediamo invece nel dialogo tra i popoli.

Infine sull’immigrazione, abbiamo un problema evidente che è quello dello sperpero di danari da parte di tutti gli Stati. Questo dimostra che non c’è la volontà reale di risolvere l’annosa questione, ma risaltano le solite politiche di lobby e di interessi da tutelare, non certo salvaguardare l’umanità del continente africano”.

 

Un pensiero, infine, per la tua terra d’origine.

“Cosa dire, solo e semplicemente un sentimento d’amore autentico, viscerale. Sono cresciuto in terra bruniana, ho ricevuto valori importante che ho attinto dalla scuola dei grandi Francesco De Martino, Peppe Ariola, Antonio Carpino che sono stati i miei maestri. Desidero ringraziarli perché devo a questi grandi uomini se oggi sono un socialista orgoglioso e convinto”.

 

Renato Serpico iscritto giovanissimo alla Federazione Giovanile Socialista alla sezione di Scisciano (Napoli), dirigente provinciale e componente dell’Esecutivo nazionale del MGS, nonché dirigente della commissione esteri e candidato alla regione campania, riportando un importante risultato personale.

Fondatore con Enzo Mattina di Rinascita Socialista e successivamente, dirigente del movimento “I Laburisti” con Valdo Spini e Francesco Barra. Candidato al Senato per il PSI.
Ha condiviso l’esperienza iniziale del Nuovo Psi, distaccandosene per formare il movimento politico “Italia Socialista” di cui è stato il leader ed il portavoce nazionale sino alla adesione ai Liberalsocialisti per l’Italia.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.