Comuni

L’attesa è quasi finita: il Nazra Film Festival arriva finalmente a Napoli

loading...

Napoli, 17 Ottobre – Si è tenuta lo scorso giovedì 12 ottobre 2017 al Palazzo San Giacomo di Napoli la conferenza stampa per la prima edizione di Nazra Palestine Short Film Festival a Napoli.

Il Nazra Palestine Short Film Festival si rivolge ad un pubblico amante del cinema, presentando, attraverso il linguaggio veloce, giovane e ingegnoso dei cortometraggi, autori a volte privi di risorse economiche ma spesso dotati di grandi capacità artistiche.

Presenta il progetto Nazra al capoluogo napoletano l’associazione École Cinéma che accoglierà il primo festival di cortometraggi dalla e sulla Palestina in Italia dal 19 al 21 ottobre 2017.  
Il festival è stato presentato alla mostra del cinema di Venezia città in cui è stato inaugurato lo scorso 27 settembre, da allora ha toccato le città di Firenze, Roma e Bologna. Napoli sarà la città che chiuderà le tappe italiane di questa prima edizione.  Principale partner napoletano, il Liceo Classico Umberto I di Napoli che con la Commissione Cinema aderisce al progetto per il valore educativo ed inclusivo del Cinema come strumento didattico. 

A Napoli Nazra è organizzato in collaborazione con, la Film Commission Campania, la Rete Internazionale Donne in Nero Gruppo Napoli, l’Associazione Comunità Palestinese in Campania, Associazione Guanxi, il Corso di Istruzione per Adulti (CPIA Na Prov.1) – la Casa Circondariale di Pozzuoli, l’Aps Ide&Associate, l’Ass. Ex Alunni Liceo Umberto, Istituto Tilgher di Ercolano.

L’obiettivo è mostrare, attraverso lo sguardo di chi le vive in prima persona o quello di autori provenienti da diverse parti del mondo, le difficoltà e le aspettative sperimentate quotidianamente dai palestinesi che vivono sotto occupazione e in mancanza di libertà e rispetto dei diritti umani.

L’adesione al PROGETTO NAZRA PALESTINE SHORT FILM FESTIVAL, nasce da una esigenza di continuare l’impegno e la discussione che l’Associazione École Cinéma ha già sperimentato negli anni precedenti su tematiche differenti ma sempre riferite all’educazione delle nuove generazioni.  Il Cinema, infatti, come strumento didattico inclusivo, sostenibile ed intelligente, si rileva un mezzo utile per discutere di ciò che accade nel mondo e per comprendere meglio anche i piccoli “conflitti nascosti” che si annidano intorno a noi.

A Napoli, il Nazra Palestine short film Festival incontra le scuole, dove gli studenti assegneranno il Premio Giuria Giovani. Le proiezioni in concorso si svolgeranno il 19 e 20 ottobre al Palazzo delle Arti di Napoli con la partecipazione di Riccardo Noury-Amnesty International, Luisa Morgantini, alcuni registi e la Comunità Palestinese di Napoli. Una tappa sarà anche la Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli con le donne recluse che assegneranno il” Premio Oltre le Mura” e le insegnanti del corso CPIA Na Prov.1. La serata conclusiva di proiezione e premiazione finale si terrà il 21 ottobre presso la Sala del Capitolo, ore 17.00 – Complesso Monumentale di S. Domenico Maggiore, piazza S. Domenico.

Tra i film in concorso che saranno proiettati per il premio Giuria Giovani troveremo:

–              “World on fire” (Palestina 2016, 1’ 56”) di Juman Daraghmeh

–              “Paper Boat” (Palestina 2016, 15’) di Mahmoud Abu Ghalwa

–              “The pianist of Yarmouk” (Germania, Regno Unito 2017, 13’ 54”) di Vikram Ahluwalia

–              “One Day in July“ (Italia 2015, 2’ 15”) di Hermes Mangialardo

–              “The bus trip” (Svezia 2016, 13’ 40”) di Sarah Gampel

–              “Madam El” (Palestina 2016, 15’) di Laila Abbas

–              “Voglio o’ sole” – (Ercolano –Na, 2017,5’) – Film fuori concorso ad opera degli Studenti I.I.S. “A.Tilgher”, prodotto come risultato di un percorso multiculturale.

–              “Entr’acte” (Iran 2016, 6’) di Seyed Mohammad Reza Kheradmandan

–              “Objector” (Palestina, Usa 2017, 16’) di Molly Stuart

–              “Break the siege” (Italia, Palestina 2015, 19’ 58”) di Giulia Maria Giorgi

–              “Ayny – My second eye” (Palestina, Germania, Giordania 2016, 10’ 39”) di Ahmad Saleh

 

 “Al Nazra Palestine Short Film Festival il riconoscimento di aver scelto un linguaggio veloce, il cortometraggio appunto, la video arte, la sperimentazione, la fiction, il documentario, un’ampia scelta di categorie, per raccontare in modo moderno una storia molto vecchia che rischia di esser dimenticata o appena abbozzata nei libri di storia e di geografia. Da parte della Associazione che rappresento un sincero grazie di cuore agli amici partner del progetto, a Franca Bastianello, Restiamo Umani con Vik e Luisa Morgantini in particolare,  Assopace Palestina, a Stefano Casi (Nazra Bologna) e Federica Ramacci (Nazra Roma),  Gianna Bandini (Nazra Firenze) , al mio dirigente scolastico Carlo Antonelli che ha  sostenuto e promosso questo nuovo progetto come innovazione didattico-educativa e tutti coloro che nelle varie città hanno dato occhi, voce e forza a tutti quegli uomini, donne e bambini che ancora pagano colpe che non sanno spiegarsi. È a loro che dedico l’impegno profuso per realizzare Nazra Festival Napoli insieme a tutti i miei collaboratori ed amici, che solo in modo volontario dividono con me questo bellissimo percorso nella speranza che sia solo l’inizio di un altro prossimo viaggio di speranza e cooperazione umana e sociale.” Sabrina Innocenti – Presidente dell’Associazione École Cinéma.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.