Comuni

L’antenato dello shaker si trova a Sarno

Sarno, 31 Luglio – Fa sempre bene girare e curiosare. Così in una torrida giornata di luglio, in compagnia dei nipoti, un po’ per stare al fresco, un po’ per scoprire cose nuove, ci siamo addentrati tra vecchi palazzi di Sarno, una cittadina in provincia di Salerno, che dà il nome al fiume campano.

Qui si trova il Palazzo Capua, che ospita il Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno. Inaugurato da qualche anno (precisamente nel 2011), ospita una collezione permanente con i reperti archeologici venuti alla luce negli scavi archeologici condotti a partire dal 1970 nei territori di Sarno, San Marzano sul Sarno e San Valentino Torio.

Il percorso espositivo copre il periodo dalla preistoria al Medioevo e l’ingresso è gratuito.

Tra i reperti pù interessanti merita una menzione questa anfora (la n. 1). Si presenta con due manici, ma la curiosità è l’apertura centrale che si presenta con dei forellini. Non vi ricorda nulla?


Ebbene, si può dire che è l’antenato di quei shaker vintage che si presentavano proprio nello stesso modo, tranne alcuni particolari. Non vi sono (o almeno io non le ho trovate) altre tracce di anfore simili, per cui quella di Sarno è unica e rara (al momento).


​Il museo è aperto dal martedì alla domenica, dalle 9.00 alle 18.00.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa