Attualita'

Incendi e terremoto: la città metropolitana di Napoli assegna i fondi a 50 Comuni

loading...

Napoli, 30 Dicembre – Eventi calamitosi: la città metropolitana di Napoli assegna i fondi destinati all’acquisto di attrezzature, macchinari e mezzi di Protezione civile da parte dei Comuni. 

Sono 50 i centri del territorio della città metropolitana di Napoli  che hanno risposto all’avviso pubblico ed ai quali  sono stati concessi i contributi richiesti. 

“Ad 8 giorni dalla scadenza dell’avviso abbiamo provveduto ad assegnare i 600mila euro stanziati con l’obiettivo di concorrere alla prevenzione di calamità come incendi e terremoti che negli ultimi mesi hanno gravemente danneggiato molti comuni della nostra area. E’ stato, infatti, proprio all’indomani degli eventi sismici di Ischia che – ha sottolineato Felice Di Maiolo, consigliere metropolitano delegato alla Protezione Civile e sindaco di Mariglianella – con il sindaco Luigi de Magistris ci siamo velocemente attivati per contribuire alla prevenzione  ed alla gestione di fenomeni che causano distruzione e mettono a rischio l’incolumitá dei cittadini. In tempi record abbiamo anche completato la procedura che porterà all’erogazione di contributi a tutti i Comuni che ne hanno fatto richiesta”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.