Sports

Il Saviano 1960 cala il tris contro l’Agerola: continua la serie positiva dei neroverdi

Saviano, 8 Gennaio – Il Saviano 1960 supera in casa agevolmente l’Agerola con un tris e comincia a scalare le sue posizioni in classifica. Niente da fare per il malcapitato Agerola travolto da un Saviano in forma e per niente indomito.

Tre gol sanciscono il dominio assoluto dei neroverdi di Saviano che reagiscono bene agli infortuni degli incontri precedenti. La squadra, cara al Presidente Giuseppe De Falco, fa capire dal primo minuto di gioco che le cose stanno cambiando e che il campionato è ancora aperto ad offrire ai tifosi di Saviano delle belle soddisfazioni. Inizio veemente dei Lupi Savianesi, che dopo vari tentativi riescono a sbloccare il risultato con un penalty al 25’ magnificamente trasformato da Camorani.

Non contenti i neroverdi continuano a spingere e al 40’ trovano il bis grazie al folletto implacabile Vincenzo Nappi che è abile a stoppare la palla, a girarsi velocemente nell’area di rigore Agerolina e fiondare la sfera nell’angolo opposto al portiere. Allo scadere del primo tempo l’Agerola usufruisce di un calcio di rigore che il Capitano ospite batte lanciando la palla fuori dai pali difesi dal difensore locale.

Nella ripresa entrambe le squadre si affrontano con più determinazione senza però riuscire a creare seri pericoli alle porte avversarie. Si aspetta la reazione degli ospiti, ma sono ancora i locali a fare il tris al 50’ con il bomber Nappi. Timida reazione della squadra ospite per cercare almeno il gol della consolazione, ma alla fine è la squadra di casa ad andare più volte vicino al gol.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa