Comuni

Gravi problemi di vivibilità al Vasto, schiamazzi e risse fino a tarda notte

Napoli, 15 Ottobre – “Diversi residenti ci hanno segnalato i gravi problemi di vivibilità che caratterizzano il Vasto a causa di schiamazzi, risse, urla, bivacchi che continuamente si verificano nel quartiere. Purtroppo la situazione è diventata insostenibile e si sta venendo a creare una pericolosa contrapposizione tra i residenti e la massiccia presenza di extracomunitari che è stata concentrata nel quartiere dalla Prefettura. Tale condizione è l’effetto della decisione scellerata di trasformare il Vasto in una zona deputata all’ospitalità degli stranieri. Le conseguenze stanno emergendo col tempo e sono preoccupanti”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Dinanzi ai problemi e alle gravi contrapposizioni che tali criticità hanno generato occorre che le istituzioni se ne avvedano e trovino delle soluzioni atte a disinnescare una situazione destinata a tramutarsi in una bomba sociale. Non si può prescindere da una redistribuzione delle migliaia di extracomunitari che attualmente vivono al Vasto, attraverso politiche serie di inserimento, al netto dei delinquenti che devono essere immediatamente rispediti nei paesi di provenienza”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa