Comuni

GOSPEL IN DIRETTA!

loading...

Afragola, 27 Dicembre – Stare in casa non è sempre noioso: considerata la mia passione per la musica, ho trascorso il periodo del lockdown primaverile ad ascoltare migliaia di capolavori, molti dei quali, a onor del vero, non conoscevo affatto.

Ammetto, poi, di non conoscere approfonditamente la musica gospel; in compenso, però, parlo abbastanza fluentemente l’Inglese (oltre a ricordare a malapena qualche sillaba di Greco antico), dunque la comprensione dell’etimologia del termine mi risulta tutt’altro che complessa.

Rendere “Euanghèlion” con “Vangelo” è pressoché riduttivo, giacché il Greco è un idioma molto più antico rispetto all’avvento del Cristianesimo: la traduzione corretta, dunque, è “buona notizia”, espressione che può indicare tanto l’annuncio della Parola di Dio quanto, stricto sensu, una lieta novella.

Il lemma Inglese “Gospel“, invero, traduce fedelissimamente il Greco “Euanghèlion“: si compone, infatti, dell’aggettivo “good” e del sostantivo – ormai desueto nella lingua parlata – “spell“, il quale, letteralmente, significa “racconto”.

Alla luce di quanto sinora descritto, può legittimamente concludersi che l’omonimo genere musicale si prefigge un duplice obiettivo, ovverosia evangelizzare i popoli e risollevare coloro cui le angosce e le paure han letteralmente spezzato il cuore.

Ieri, presso il teatro “Gelsomino” di Afragola, si è esibito, nell’ambito della rassegna teatrale voluta dal comitato locale della Croce Rossa e dalle Amministrazioni Comunali dell’area, il coro The Blue Gospel Singers, diretto dal maestro Mario Paduano: le norme di contenimento del contagio da Covid-19 non han permesso lo svolgimento in presenza dello spettacolo, di talché si è deciso di trasmetterlo in diretta su Facebook e sull’emittente televisiva Capri Events, dimodoché ciascuno potesse vivere questo momento di condivisione.

Lottare insieme, cari Lettori, significa anche alleviare le pene interiori dell’altro: il modo in cui The Blue Gospel Singers hanno arrangiato ed eseguito i tradizionali brani natalizi può definirsi senz’altro rivoluzionario, dal momento che alla mistura di note e parole – che caratterizza ogni canzone – s’è aggiunto un connotato di teatralità, nel senso che questi bravissimi artisti han fatto di tutto per far sentire a proprio agio gli ascoltatori, ingenerando in essi un sentimento di speranza ed ilarità. Niente male come inizio, vero?

Pur avendovi già provveduto mediante un commento su Facebook, intendo complimentarmi ancora una volta con gli artisti esibitisi e con tutti coloro che, a vario titolo, si sono prodigati per scacciare dalle nostre case il “demone” della mestizia.

Gli assembramenti sono proibiti, ma nulla potrà mai precludere all’essere umano di unirsi con l’altro e sostenerlo nei momenti di difficoltà.

Prosit!

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.