Comuni

Giugliano, il Partito Democratico al fianco delle vittime del racket: “E’ fondamentale denunciare, lo Stato aiuti chi ha il coraggio di ribellarsi”

Giugliano, 3 Agosto – “Apprendiamo con grande soddisfazione dell’operato dell’Arma dei Carabinieri di Giugliano, guidati dal Capitano De Lise, per contrastare il racket a Giugliano. Siamo vicini al commerciante che ha avuto il coraggio di denunciare gli estorsori ed invitiamo tutte le vittime a rivolgersi alle forze dell’ordine”.

Questo il commento del Partito Democratico di Giugliano a sostegno degli imprenditori e dei commercianti dopo l’importante operazione che ha visto i carabinieri smantellare un’organizzazione criminale dedita alle estorsioni. “Il racket uccide l’economia, invitiamo le vittime ad avere fiducia nello Stato e nelle Forze dell’Ordine che stanno svolgendo un lavoro eccellente sotto questo punto di vista.

Auspichiamo che anche le associazioni di categoria non lascino soli i commercianti e gli imprenditori che si ribellano alle minacce. E’ auspicabile l’istituzione di uno sportello antiracket al quale le vittime possano rivolgersi senza paura, dove possano trovare sostegno e protezione soprattutto nella fase della post-denuncia. Solo stando tutti insieme dalla parte della Giustizia si può sconfiggere questo fenomeno”.

 

 

 

 

 

 


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa