Politica

ECOPNEUS, Zinzi: “Blocco inconcepibile, nuovo Governo dia più attenzione alla Terra dei Fuochi e meno alla burocrazia”

Napoli, 5 Aprile – “Al nuovo Governo, che speriamo nasca presto, chiediamo che le emergenze del nostro territorio come la Terra dei Fuochi siano affrontate come priorità e non solo utilizzate per fini elettorali, come avvenuto negli ultimi anni”.

E’ l’appello lanciato dal Presidente della Commissione ‘Terra dei Fuochi, ecomafie e bonifiche’ del Consiglio regionale della Campania, Gianpiero Zinzi, che commenta così la notizia relativa al blocco della raccolta degli pneumatici affidata alla società Ecopneus. Il risultato è stato l’accumulo incontrollato di gomme fuori uso che spesso vengono utilizzate come inneschi per i roghi. 

“Si tratta di un servizio fondamentale in un territorio come il nostro. Il fatto che sia stato fermo per quattro mesi a causa della cattiva burocrazia è una cosa inconcepibile e dimostra che finora il Governo ha toppato nell’arginare questo fenomeno. Anche i bambini oggi sanno che per prevenire i roghi è necessario contrastare lo sversamento abusivo, soprattutto di quei materiali che bruciati rilasciano sostanze nocive. Il Prefetto Gerlando Iorio, incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi in Campania, ha dato prova di risolutezza e grande attenzione, ma non può essere lasciato solo. Dal prossimo Governo pretendiamo di più”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.