Politica

Diritto allo studio, A. Cesaro (FI):”Su borse di studio è caos scadenze, presento mozione”

Napoli, 12 Settembre – Prorogare al 30 settembre i termini per l’accesso degli studenti alle borse di studio Adisurc per l’anno 2017-2018. Lo chiede il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro, che annuncia una mozione ad hoc che sarà presentata oggi in Aula nel corso della seduta dell’assemblea regionale.

“Con l’ultimo riordino degli enti per il diritto allo studio (la legge regionale 10/2017) – spiega Cesaro –, l’Adisurc ha avocato a sé tutti i procedimenti in questione ed ha fissato alle ore 12 di ieri il termine ultimo per la presentazione delle domande per le borse di studio tagliando fuori centinaia di studenti per i quali questa scadenza era stata precedentemente fissata, prima dell’accorpamento degli Adisu, al 30 settembre”.

Per Cesaro “si tratta di un grave pregiudizio recato al diritto allo studio di tantissimi studenti che non tiene neppure conto delle difficoltà burocratiche che le famiglie incontrano nel reperire la documentazione necessaria, soprattutto dopo la riforma dell’Isee”.

“Per questo ho presentato un Ordine del Giorno perché il governo regionale intervenga immediatamente sull’Adisurc affinché riapra immediatamente i termini del bando fissando la scadenza a fine mese”, conclude il Capogruppo regionale campano di Forza Italia.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa