Politica

Cub, Passariello (FDI-AN): “Anni di stipendi arretrati e famiglie dipendenti sul lastrico, Giunta intervenga subito”

loading...

Napoli, 3 Novembre – “I lavoratori dei Consorzi di Bacino vantano da anni arretrati di stipendio”. A denunciarlo il consigliere regionale Luciano Passariello nel corso del question time di oggi all’assessore all’Ambiente e vice presidente della Giunta Regionale della Campania Fulvio Bonavitacola. “Visto che i Consorzi di Bacino sono creditori verso l’allora unità stralcio del Commissariato per l’emergenza rifiuti in Campania di enormi somme – aggiunge  Passariello – , chiedo l’immediata ripresa del dialogo tra Regione Campania e Protezione Civile al fine di ottimizzare i tempi e giungere ad una conclusione che permetta l’esborso di una cifra a copertura di almeno una buona parte degli stipendi arretrati. Le famiglie dei lavoratori sono in una situazione di dissesto economico e finanziario.

 

Chiedo, inoltre, che i 55 milioni di euro stanziati per i due bandi della Città Metropolitana di Napoli – Burc n.78 del 27/10/2017 – e attinenti l’esecuzione degli interventi di riqualificazione e manutenzione del verde “Campania più Verde” vengano utilizzati anche per i dipendenti del Consorzio Unico di Bacino e non solo per i Bros. La Regione proceda celermente per la definitiva stabilizzazione dei lavoratori”, conclude Passariello.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.