Comuni

Coronavirus, Ficco (Saues):”Serve quarantena estesa a tutto il Paese”

loading...

Napoli, 9 Marzo – Collocare in quarantena, per almeno 15 giorni l’intera popolazione italiana. Lo chiede al governo il Saues, sindacato autonomo urgenza emergenza sanitaria.

“Raccogliendo le sollecitazioni unanimi dei nostri iscritti, medici che operano nel servizio 118, nelle relative Centrali Operative e nei pronto soccorso – spiega il presidente nazionale del sindacato Paolo Ficco –, invitiamo il governo a considerare l’opportunità di avvalersi di quella che ci appare l’unica misura, per quanto davvero drastica, necessaria a fronteggiare il dilagare dell’epidemia da Covid-19: la messa in quarantena, per almeno per 15 giorni, dell’intera popolazione italiana consentendo nel contempo le sole attività di alcuni servizi essenziali come quelli sanitari, delle Forze dell’Ordine e dei servizi alimentari di primaria necessità con consegna a domicilio da parte di personale munito di mascherine FFP3″.

“Di fronte ad un’epidemia in espansione e, soprattutto, in ragione della grave carenza di personale sanitario e delle pesanti difficoltà delle nostre strutture ospedaliere, ed in particolare delle terapie intensive che non riescono più a contenere gli ammalati, – conclude Ficco -, questa ci sembra l’unica e davvero efficace soluzione al dramma che sta vivendo la popolazione italiana”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.