Magazine

Christian De Sica, applausi a scena aperta alla Feltrinelli di Napoli

loading...

Napoli, 28 Novembre – La Feltrinelli di Napoli si ferma per Christian de Sica. L’istrionico attore romano infiamma il pubblico accorso numeroso alla serata di ieri, per la presentazione del suo nuovo album, Merry Christian, dedicato alle canzoni natalizie.

 Atmosfera conviviale, condotto con grazie e brio dalla bella attrice napoletana Serena Autieri, perfetta padrona di casa. “Un’emozione essere qui stasera, per la presentazione dell’album del mio mito, Christian de Sica. Oltre ad essere un mio amico e collega di set nei film ‘Il principe abusivo’ e ‘ Natale in sud Africa’, per me – afferma l’Autieri- Christian de Sica è un’ italiano per caso, mastica il romanesco, ma respira l’aria di Broadway, dai cinepanettoni a Mozart in the jungle, dagli stornelli a Sinatra, insomma è difficile collocarlo in un’unica categoria .

 

Cosa spinge a Christian de Sica ad incidere un album sulle canzone di Natale?

“Amo cantare e spesso anche nei film in cui recito mi esibisco nel canto. Quando Niccolò Petitto, mi ha proposto un cd sulle canzoni di Natale, ho accettato subito.  Le canzoni più famose sono in lingua inglese e, volendo riadattarle in italiano, ho chiesto la collaborazione del famoso arrangiatore Vincenzo Incenzo.”

Nasce così Merry Christian, 11 pezzi in cui brilla il brano ‘Lacreme napulitane’, grande classico della musica partenopea, che infiamma il pubblico presente in sala, all’ascolto della voce calda ed ispirata di Christian de Sica.

Per un artista a tutto tondo come Christian de Sica, oltre l’uscita del nuovo film di Natale il 14 dicembre, ‘Poveri ma ricchissimi’, sequel del grande successo di ‘Poveri ma ricchi’, la nuova sfida sarà la serata del 27 dicembre al Teatro San Carlo di Napoli, nello spettacolo ‘Christian racconta Christian de Sica’.

“Un’ onore per me, calpestare le assi del palcoscenico del teatro più antico d’Europa, il San Carlo di Napoli. Durante la serata, Pino Strabioli dividerà il palco con me, raccontandomi,  52 orchestrali mi accompagneranno nella mia esibizione, diretti dal maestro Marco Tiso ed infine tanti colleghi e amici mi supporteranno durante la serata.”

Forte è il legame che lega l’attore romano alla città di Napoli, ai napoletani, stesso legame che univa il padre Vittorio de Sica con la città partenopea. “ Per me essere a Napoli, esibirmi al San Carlo, ha un significato particolare, significa mio padre.”

 

 

 20171128_211155.jpg20171128_211159.jpg

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.