Senza categoria

Champions League, Shakhtah Donetsk-Napoli 2-1: esordio amaro per gli azzurri

loading...

Charkiv, 13 Settembre  – Dopo Juve e Roma arriva il debutto in Champions League anche per i partenopei: Shakhtar Donetsk-Napoli è la prima partita del Girone F.

 Un anno dopo la Champions azzurra comincia nuovamente dall’Ucraina. L’anno scorso contro la Dinamo a Kiev, questa sera debutto contro la compagine di mister Fonseca a Charkiv. Ma il debutto nella massima competizione europea è decisamente amaro per i partenopei: 2-1 è il risultato finale a favore dello Shakhtar Donetsk. Lenti e fermi sulle gambe, gli uomini di Sarri si fanno imbrigliare dal pressing asfissiante a tutto campo della squadra ucraina che riparte a velocità supersonica, giocando anche un ottimo calcio. Pesante è la prima sconfitta stagionale, tanti gli errori visti in campo e una reazione tardiva che non ha inciso sul risultato finale.

 

LA CRONACA. Inizia bene il Napoli e al 4’ di gioco si rende subito pericoloso. Hysaj da destra effettua un lancio per Milik, l’attaccante polacco sprinta nell’area ucraina e spara una botta che tocca l’esterno della rete. I partenopei decisamente lenti e imprecisi al quarto d’ora di gioco subiscono la rete dello Shakhtar . Triangolo veloce e strettissimo, Sra da destra effettua un lancio al centro, Ferreyra  tocca di quel poco e la sfera raggiunge Taison che spara una sberla diretta all’angolino alla sinistra di Reina: 1-0. Il Napoli accusa il colpo e vacilla. La velocità degli ucraini toglie certezze agli azzurri incapaci di tenere palla e sviluppare la solita manovra avvolgente.

Finalmente al 26’ si scuotono e timidamente bussano alla porta dello Shakhtar. Dagli sviluppi di un calcio d’angolo, battuto da Callejon, si alza su tutti Albiol, ma la sua sassata è alta sulla traversa. Il Napoli prende fiducia e sale in cattedra. Al 42’ Insigne vicinissimo al pareggio con una sciabolata a giro su assist di Hamsik ma Pyatan con un volo d’angelo, salva la propria porta, deviando in angolo. Cala in sipario sul primo tempo con i partenopei sotto di una rete.

Nella ripresa, al minuto quarantanove, il Napoli fa ben sperare. Gran cross a rientrare da destra di Callejon, si alza Hamsik, schiaccia di testa, ma la mira non è precisa e la sfera è di una spanna sopra la traversa. Ma la dura legge del calcio colpisce ancora. Scocca il 57’ e lo Shaktar raddoppia. Ripartenza velocissima, Shevechenko da destra effettua un gran cross, Reina indeciso esce a farfalla e per Ferreyra è un  gioco da ragazzi appoggiare di testa la sfera nel sacco: 2-0

Il Napoli è irriconoscibile, fermo sulle gambe, si fa imbrigliare dalla velocità dei trequartisti ucraini. Al 60’ di gioco  entra Mertens  e il match cambia completamente volto, grazie alla sua velecità che mette in imbarazzo i lenti difensori dello Shakhtar. Siamo al 70’, entrata assassina di Shevchenko sul folletto belga, bravissimo a rubare palla e calcio di rigore sacrosanto per gli azzurri. Dagli undici metri con grande freddezza realizza Milik che spiazza l’estremo difensore ucraino. Il Napoli esce fuori con rabbia, chiude lo Shaktar nella propria metà campo,  gli inserimenti di Mertens e Allan danno vivacità e intensità alla manovra.

Nei minuti finali (82’ di gioco) i padroni di casa sfiorano il terzo gol. Azione avvolgente e precisa, cross da destra di Srna per la testa di Ferreyra che si stacca dalla mischia e colpisce in pieno il palo. La partita si infiamma, passa un minuto ed è il Napoli che va vicinissimo al pareggio. Illuminante assist di Insigne per Milik, il polacco brucia il diretto avversario, controlla di petto ma il suo sinistro al fulmicotone è alto. Gli azzurri cercano la zampata vincente e all’86’ la sfiorano. Diawara legge alla perfezione il taglio di Callejon e lo serve. Ottimo il controllo dello spagnolo ma la sua violenta sberla è deviata dall’estremo difensore ucraino. Forcing disperato dei partenopei negli ultimi cinque minuti di recupero concessi dal tedesco Zwayer, che però non cambiano l’esito della gara. Esordio amaro del Napoli in Champions League che esce sconfitto per 2-1 dallo stadio Metalist di Charkiv.

 

Formazioni

Stadio Metalist di Charkiv

 

Shakhtar (4-2-3-1): Pyatov; Srna, Ordets, Rakitsky, Ismaily; Stepanenko, Fred; Marlos, Kovalenko, Taison; Ferreyra. All. Fonseca

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Milik, Insigne. All: Sarri

 

Arbitro: Zwayer di Germania (Assistenti:Schiffner e Achmummer. Addizionali: Sieber – Stegemann. IV Uomo: Foltyn)

 

Reti: al 15’Taison\57’ Ferreyra. Al 71’ Milik (rigore).

 

Sostituzioni:  Al 60’ esce Hamsik ed entra Mertens. Al 67’ esce Zielinki ed entra Allan. Al 76’ esce Marlos ed entra Kovalenko. All’88’ esce Ferreyra ed entra Dentinho. Al 92’ esce Tsdez ed entra Khotcholava.

 

https://www.youtube.com/watch?v=ZhyqeKWzLQ0

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.