Comunicati

Castello di Cisterna, gruppo consiliare di opposizione “Noi Cittadini”: scelta panchine inopportuna e completamente decontestualizzata

loading...

Castello di Cisterna, 28 Novembre – In questi giorni sono state installate 2 panchine (in calcestruzzo) nei pressi dell’Abbazia di San Nicola, con tanto di targa ricordo. Sulla targa e’ riportata la seguente scritta: “acquistata con l’indennità’ di carica devoluta dall’assessore Dr Davide Nocerino – Amministrazione Rega”.

A tal proposito, il gruppo consiliare di opposizione “NOI CITTADINI”, del Comune di Castello di Cisterna, comunica quanto segue:

La scelta delle panchine ci sembra inopportuna e completamente decontestualizzata, rispetto al contesto urbano cosi fortemente storicizzato, dove la Soprintendenza avrebbe, probabilmente, qualcosa da obbiettare. Al di là dell’ennesima “gaffe istituzionale” e della mancanza di qualsivoglia progettualità, si vuole sottolineare, ancora una volta, la più completa mancanza di rispetto nella istituzione comunale e la confusione tra aspetto politico e aspetto amministrativo. Quella targa avrebbe dovuto riportare la dicitura “Comune di Castello di Cisterna” e non certo “Amministrazione Rega”.

Per quanto riguarda, poi, le indennità di carica degli assessori, vorremmo ricordare all’assessore Davide Nocerino e a tutta la “giunta Rega” che il programma elettorale con cui sono stati votati, prevedeva la rinuncia al 100% dell’indennità in favore dei disoccupati, e non solo una rinuncia parziale (dal 50% al 5%). Addirittura, dai dati pubblicati, a mezzo facebook, dal consigliere comunale di maggioranza (Elpidio D’Angelo), lo stesso assessore avrebbe rinunciato solo al 5% della sua indennità annuale (anno 2017).

Nessuno avrebbe chiesto alla Giunta di rinunciare alle indennità di carica, ma se si scrive nel programma elettorale, è doveroso farlo, altrimenti non si mantengono le promesse elettorali.

Comunque, un conto è rinunciare a parte della indennità di carica e ridistribuire quei soldi nel bilancio, diventando a tutti gli effetti “RES PUBLICA”, “soldi pubblici” e non certo un tesoretto da spendere a fini propagandistici, come, ad esempio, per comprare blocchi di cemento (panchine) con tanto di targa ricordo; oppure, per finanziare il servizio civile, dove sono stati selezionati giovani elettori, figli di “amici” che hanno partecipato alla campagna elettorale o addirittura fidanzate di amministratori.

 

L’ultima “carnevalata” delle panchine è giusta il simbolo della disorganizzazione di una squadra di governo inetta, immobile, brava solo a “vendersi” il lavoro di chi li ha preceduti, a gestire Castello di Cisterna come un semplice condominio.

QUANDO SI DICE IL CAMBIAMENTO!!!!!!

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.