Comuni

Carnevale palmese, all’Istituto “A. De Curtis” di Carbonara di Nola partono le sfilate

Carbonara di Nola, 10 Febbraio – “Carnevale guarisce ogni male” recitava un vecchio proverbio. E non c’è niente di più vero se si pensa al buon umore che si respira in questi giorni di febbraio, quando maschere coriandoli e costumi, diventano i veri protagonisti. Lo sa bene la scuola primaria e secondaria “A. De Curtis” con sede in Carbonara di Nola che stamattina, unitamente al plesso di Palma Campania, capitanato dalla Preside – Dott.ssa Anna Maria Franzoni – è scesa in Piazza Mercato, dove è stato allestito un grande palco per esibirsi. L’intero istituto ha sfilato per le strade della città attirando l’attenzione di grandi e piccini.

Nella fattispecie, Carbonara si è esibita nel tema: God save the Queen, completamente dedicato alla storia e alla tradizione inglese e irlandese. Le giovani maschere hanno interpretato i ruoli più importanti di queste terre: da Sherlock Holmes ad Harry Potter, dalla regina al leprecano passando per la bandiera fino ad arrivare alle Queen’s guards, meglio conosciute come guardie della regina. Magistralmente coordinati dalla responsabile del plesso di Carbonara – Gianfranca Casalino – unitamente alle brillanti maestre, i giovani studenti si sono esibiti poi sul palco con canzoni e balli rispettando a piena l’ormai storica tradizione carnevalesca palmese.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa