Politica

CAMPANIA, SANITA’. Lamberti (Federlab): “Dal commissario-governatore De Luca solita propaganda autoreferenziale”

loading...

Napoli, 18 Maggio –  “Nel corso della celebrazione dei fantomatici (ed autocelebrativi) stati generali della sanità, il commissario-governatore della regione Campania Vincenzo De Luca, enuncia, al netto della solita propaganda autoreferenziale, un ossimoro: l’apertura ed il mantenimento della dissestata rete degli ospedali periferici, pletorici, inutili e pericolosi”.

Così, in una nota, Gennaro Lamberti, presidente di Federlab Italia, l’associazione ampiamente rappresentativa dei laboratori di analisi cliniche e dei centri poliambulatori privati accreditati con oltre 2.000 strutture associate presenti su tutto il territorio nazionale, di cui 700 solo in Campania. “Come se non bastasse – aggiunge Lamberti – il presidente annuncia anche il rilancio della medicina territoriale che dovrebbe disincentivare l’abuso dei ricoveri ospedalieri inappropriati da parte dell’utenza”. “Confidiamo che qualche ‘generale’ tra quanti lo informano in materia di sanità, spieghi a De Luca che la medicina territoriale si compone di visite specialistiche, analisi di laboratori e di radiologia, esattamente quella tipologia di prestazioni sanitarie che il governatore ritiene di non dover erogare in misura di oltre 4,5 milioni all’anno”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.