Politica

Campania, Lavoro. Conte (LeU): “Soluzione vertenza Treofan sia modello per altre crisi”

Roma ,21 Febbraio – “Grande soddisfazione per la soluzione della vertenza Treofan di Battipaglia, con l’approvazione di un progetto di reindustrializzazione della società italiana Jcoplastic, che prevede il rilancio dello stabilimento e il reinserimento di tutti i lavoratori”. Lo dichiara Federico Conte, deputato di Liberi e Uguali.

“Avevamo detto fin dal principio che la soluzione andava trovata nel tessuto industriale del territorio, uscendo dalla soggezione ai grandi gruppi multinazionali e rilanciando, invece, la storica capacità industriale italiana. Con l’accordo vengono salvaguardati i livelli occupazionali e si apre una prospettiva di grande innovazione e di sostenibilità ambientale per lo stabilimento di Battipaglia.

Un risultato importante che segna anche un modello da utilizzare per affrontare altre crisi aziendali: l’impresa italiana torni protagonista, si riappropri della sua grande competenza e tradizione, utilizzi i suoi asset consolidati, sfidi il mercato e, con il sostegno delle istituzioni, con uno Stato innovatore che investa soprattutto al Sud nelle infrastrutture materiali e immateriali, costruisca progetti innovativi per salvare pezzi di produzione nazionale del territorio che possono avere mercato anche all’estero”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa