Comuni

Campania, guerra in Ucraina. Carfora (Confimi): “Rischio collasso per produzione alimentare, subito Zes in Campania)

Napoli, 13 Marzo – “Attenzione: siamo arrivati al punto che in Campania alcuni allevatori di galline ornamentali e ovaiole, in previsione della scarsità di mais e mangimi e prima che le galline stesse perdano di peso e muoiano di fame, stanno già provvedendo al macello per limitare i danni economici all’azienda. Ciò significa che a breve non avremo nemmeno più le uova”.

Lo afferma il presidente di Confimi Industria Campania, Luigi Carfora che lancia un vero e proprio allarme “sui rischi e sulle conseguenza del raggiungimento di prezzi proibitivi delle materie prime energetiche e alimentari per le imprese e per le famiglie”.

Per Carfora è necessario “reinserire con urgenza il prezzo amministrato per i beni di prima necessità per frenare il crollo del potere d’acquisto dei consumatori e ridimensionare l’inevitabile effetto domino a danno delle attività imprenditoriali e dell’occupazione nel nostro Paese”.

E al governatore campano Vincenzo De Luca il presidente di Confimi Campania lancia un appello: “Si attivino subito le Zes e si estendano in qualche modo e fin dove possibile i vantaggi a tutta la Campania per almeno tre anni”.

“Queste misure – conclude Carfora – servono subito e sono l’alternativa ad una inevitabile e gravissimo impoverimento dell’intero tessuto produttivo campano”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.