Politica

Campania, Coronavirus. Caldoro: “Ripartire in sicurezza con soldi a cittadini e imprese”

loading...

Napoli, 14 Aprile – “Ripartire in sicurezza, vuole dire due cose: soldi in tasca a cittadini e imprese e via libera alle attività possibili garantendo salute ai lavoratori “. Così Stefano Caldoro, capo della opposizione di centrodestra in Consiglio regionale della Campania.

“Per ripartire in sicurezza – rilancia Caldoro – bisogna garantire, immediatamente, soldi in tasca a cittadini e imprese, quelli annunciati dal Governo e dalla Regione ed adesso bisogna assicurare almeno 1000 euro a chi ha più bisogno”.

Per Caldoro devono ripartire alcune attività “Non si capisce perché solo in Campania e’ vietata la consegna del cibo a domicilio, solo qui si impedisce a pizzerie, ristornati e pasticcerie di lavorare, adesso e’ vietato anche alle librerie ed alle cartolerie. Bisogna riaprire, garantendo la sicurezza dei cittadini e dei lavoratori”. “Bisogna riaprire tutte le attività possibili – dice Caldoro che ha proposto lo stop alle tasse – e considerare, in questa fase la manutenzione per il settore alberghiero, dei lidi e della cantieristica”.

“I cittadini Campani hanno dimostrato responsabilità, è il tempo della tutela della salute, garantendo test e dispositivi di sicurezza a tutti quelli che riprendono le attività, e della ripresa economica” conclude.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.