Politica

Campania, Camorra. Commissione regionale: via libera a nuova legge su beni confiscati

loading...

Napoli, 28 Novembre – “La Sesta Commissione consiliare ha licenziato all’unanimità la proposta di legge in materia di “Nuovi interventi per la valorizzazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata”, un grande passo”. Lo annunciano il Presidente della Commissione Anticamorra e beni confiscati della Campania Carmine Mocerino, la Vice Presidente Enza Amato ed il Segretario Vincenzo Viglione che hanno firmato e presentato la proposta.

“Ringraziamo tutti i colleghi -proseguono- della Commissione Anticamorra e della Sesta Commissione. Un  ottimo lavoro di squadra nell’interesse della Campania. A breve il testo approderà in aula”. “È stato un lavoro corale e generoso da parte dì tutte le forze politiche presenti in Consiglio regionale. Proveremo a dare risposte concrete e più attuali. Ci sono, nella nuova legge, strumenti più efficaci per la valorizzazione dei beni confiscati. Superiamo -aggiungono- la burocrazia e dotiamo la Campania di un impianto normativo più snello. Apriamo la strada a nuove forme di finanziamento.”

“Lo Stato vince sulla criminalità organizzata -concludono- quando costruisce proposte serie e credibili”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.