Comunicati

Brusciano, CasaPaund riqualifica i parchetti della città

Brusciano, 26 Gen. – Dopo esser stati contattati da alcuni residenti allarmati dalle disastrose condizioni di degrado, i militanti di CasaPound Italia la mattina di Sabato 21 Gennaio, muniti di guanti e rastrelli si sono impegnati in un’opera di riqualificazione dell’area verde sita in zona “Bretella”, già riqualificata dai militanti stessi mesi fa.
 
Evidentemente questo gesto simbolico ma fattivo non è stato abbastanza forte da ottenere una continua vigilanza da parte degli organi competenti e della giunta comunale e CasaPound non poteva che reintervenire per riconsegnare un pezzo di Brusciano alla città e ai suoi cittadini. 
 
In più, è forte l’allarmismo dei cittadini riguardo le situazioni di degrado legate alle tossicodipendenze che sono sempre più preoccupanti, il suddetto parchetto e le zone limitrofe sono divenute ormai luoghi prediletti di sbandati per il consumo di droga. Ed è per questo che la voce di CasaPound non poteva che diventare azione.
 
Inoltre, in data odierna, il referente locale di CasaPound Vesuvio ha protocollato al Comune di Brusciano, all’attenzione della Giunta Comunale e dell’Assessore con delega al Decoro Urbano la seguente richiesta, come monito affinchè anche gli altri spazi verdi di Brusciano non siano soggetti al degrado e all’abbandono.

Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa