Politica

Biotestamento, D’Anna (Ala): “Legge giusta. Ma libertà di rifiutare cure mediche in contrasto con obbligo vaccinale”

loading...

Roma, 7 Dicembre – “Trovo giusto il biotestamento e la libertà di rifiutare ogni accanimento terapeutico”. Lo dichiara, in una nota, il senatore di ALA (Alleanza LiberalPopolare Autonomie) Vincenzo D’Anna, neo eletto presidente dell’Ordine nazionale dei Biologi. “Approvo – spiega il parlamentare – la possibilità che ciascuno scelga di sottrarsi all’accanimento terapeutico e stabilisca il proprio testamento biologico rifiutando obblighi di cura.

Non posso, però omettere di rilevare come la libertà di rifiutare il trattamento sanitario nel cosiddetto ‘fine vita’ cozzi con i recenti provvedimenti adottati dal Parlamento riguardanti l’obbligo vaccinale, ovvero l’imposizione di un trattamento sanitario”. Inoltre, aggiunge ancora D’Anna “vero punto dolente del testo di legge sul biotestamento è considerare acqua e nutrimento terapie sanitarie, cure mediche”. “Far morire di fame e di sete le persone, anche dietro il loro consenso, lo trovo inumano, una gratuita crudeltà. Tanto varrebbe, a questo punto, l’iniezione letale” conclude D’Anna.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.