Politica

Bandiera neonazista, PD Campania: vicini a Pinotti per minacce e insulti

loading...

Napoli, 6 Dicembre – “L’esposizione della bandiera neonazista all’interno della caserma Baldissera di Firenze è un gesto doppiamente intollerabile, perché offende i valori sui quali si fonda la Repubblica italiana e mortifica l’impegno quotidiano dell’Arma dei Carabinieri, che rappresenta un presidio della nostra democrazia. Episodi come questo vanno condannati con fermezza a tutti i livelli, come ha fatto opportunamente la ministra della Difesa, Roberta Pinotti, che per questo motivo è stata insultata e minacciata da chi pensa di poter giustificare in qualche modo quanto accaduto. 

Questo squadrismo da tastiera, che spesso si manifesta con un linguaggio incivile e volgare, va stroncato in maniera netta, ribadendo ancora una volta che la nostra Costituzione si basa sui valori dell’antifascismo e della Resistenza. Alla ministra Pinotti va la solidarietà e la vicinanza della segreteria regionale del Pd Campania, che si unisce alla condanna di questo atto vergognoso e di ogni rigurgito neonazista che va combattuto innanzitutto partendo dalla cultura e dai valori che ci uniscono”. E’ quanto si afferma in una nota della segreteria regionale del Pd Campania in merito agli insulti ricevuti dalla ministra della Difesa, Roberta Pinotti, per aver condannato l’esposizione di una bandiera neonazista all’interno della caserma Baldissera di Firenze.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.