Comuni

Aversa, “A piccoli passi”: 10mila bambini e ragazzi ritornano al voto (a distanza)

loading...

Aversa, 15 Dicembre – Il coraggio e la buona volontà superano ogni ostacolo. La distanza non ferma la bellezza. Sì perché è bello, soprattutto bello -prima ancora che incredibilmente importante- vedere bambini e ragazzi, dagli 8 ai 13 anni, mettersi all’opera per organizzare le comunità di cui sono parte (classe, scuola, città, territorio) sulla base di un loro protagonismo partecipativo. 

Oltre 20 scuole del primo ciclo del circuito A PICCOLI PASSI, promosso dalla Diocesi di Aversa, condividono da qualche anno un “Regolamento Territoriale per la Partecipazione studentesca”, recepito dagli Organi istituzionali dell’Autonomia, che dà vita a un’architettura rappresentativa

capillare (dalla classe al territorio). Nella quasi totalità di queste scuole, negli ultimi giorni, si sono svolte le consuete elezioni, ma in una modalità inconsueta e, certo, molto più difficoltosa: quella a distanza. Generoso l’impegno di centinaia di docenti, coraggiosa e decisiva la volontà dei Dirigenti scolastici, che, pur sommersi da mille difficoltà e problemi, non hanno voluto privare i loro piccoli studenti di una dimensione partecipativa attesa e ormai identitaria. E’un bellissimo segnale, che parte dalle scuole, rivolto a una cittadinanza smarrita e incerta, che dovrebbe guardare avanti proprio come le scuole stanno cominciando a fare.

Totale e vigorosa l’azione nella zona atellana, con gli Istituti comprensivi di Sant’Arpino e Succivo, la Direzione Didattica e l’Istituto Secondario di Orta di Atella, il 100% insomma. Ma elezioni svolte con piena partecipazione ad Aversa (l’IC Cimarosa, il 3° Circolo Didattico e prossimamente l’IC Parente), negli Istituti Comprensivi di Villa di Briano, Casal di Principe (l’IC don Diana), Frignano, Gricignano, San Marcellino, Trentola Ducenta. Sul versante “napoletano” del territorio diocesano si è votato a Frattamaggiore (l’IC Stanzione), Frattaminore (l’IC Novio Atellano), Giugliano (la DD 7° Circolo), Sant’Antimo (IC Giovanni XXIII e IC Pestalozzi). Insomma, circa 10 mila i votanti con centinaia e centinaia di eletti, che andranno a comporre i Parlamenti d’Istituto e poi il Parlamento territoriale, la cui sede istituzionale si è costituita, da due anni, presso il Real sito di Carditello sulla base di un’intesa solida con la Fondazione diretta dal dott. Roberto Formato.

I Parlamenti presentano una singolarità assoluta: accanto agli eletti, sono presenti, di diritto, ragazzi di provenienza culturale non italiana, uno per ciascuna nazionalità. Si pensi che lo scorso anno ne sono state censite quasi 50.

Entusiasmo tanto, ma anche grande serietà nella gestione del processo da parte delle scuole, che hanno incardinato su questa esperienza pilota, che non ha eguali a livello nazionale, i curricula della nuova Educazione civica, introdotta dallo scorso 1° settembre. Questo momento è stato proposto ai piccoli studenti, non come una grande parata a effetto, ma come un nuovo modo di vivere la comunità scolastica e civica con serietà, impegno e rigore. Addirittura, in qualche scuola i ragazzi propongono le loro candidature sulla base di un profilo motivazionale. A breve l’insediamento dei Parlamenti d’Istituto.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.