Attualita'

Atene, emergenza incendi. Roghi divampano vicino la capitale: si temono 100 morti

loading...

Atene, 24 Luglio – È inferno in Grecia: almeno 100 morti, turisti in fuga a causa dei gravi incendi che stanno devastando l’Attica, la regione della capitale greca Atene.

 È quanto teme il sindaco di Rafina, Evangelos Bournous, intervistato dall’emittente tv greca Skai. Almeno 1.500 le abitazioni distrutte. Il governo di Alexis Tsipras ha proclamato tre giorni di lutto nazionale.

I roghi stanno devastando l’Attica: 26 corpi carbonizzati in una villa. “Madri e figli trovati morti abbracciati“. Case distrutte ed evacuazioni via mare La Farnesina attraverso l’Unità di Crisi e l’Ambasciata lavora per verifiche con le autorità locali ed assistenza ai connazionali, si legge in un tweet della Farnesina che diffonde anche un numero di emergenza in caso di necessità: +390636225.

Le immagini di Mati “ricordano lo scenario macabro di Pompei”: i soccorritori hanno trovato tra l’altro i corpi carbonizzati di due donne morte abbracciate ai loro bimbi. Alcune persone, afferma l’emittente Skai, hanno cercato di sfuggire alle fiamme correndo verso il mare, ma una scogliera li ha costretti a tornare indietro per cercare un’altra via di fuga, e non ce l’hanno fatta.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.