Politica

Arresti camorra San Giovanni a Teduccio, sottosegretario alla Difesa Alfano:”Dev’essere lo Stato ad occupare il territorio dopo averlo liberato”

loading...
“Proprio a San Giovanni a Teduccio in queste ore ho incontrato cittadini e associazioni che costituiscono la vera anima di questa parte di Napoli. Sosterrò con tutte le mie forze le loro iniziative di cultura, legalità, aggregazione sociale” dichiara Gioacchino Alfano, Sottosegretario alla Difesa nonché candidato uninominale al Senato del centrosinistra (Pd, Civica Popolare, Insieme e +Europa) nel collegio Napoli – San Carlo Arena.

 

Napoli, 15 Febbraio – “Lo Stato c’è e tocca alla politica e alle istituzioni ora riprendersi il territorio liberato dalla camorra”. A dirlo è Gioacchino Alfano, Sottosegretario alla Difesa nonché candidato uninominale al Senato del centrosinistra (Pd, Civica Popolare, Insieme e +Europa) nel collegio Napoli – San Carlo Arena. “I miei complimenti vanno alla squadra mobile della Questura di Napoli e alla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea – ha continuato Gioacchino Alfano – che hanno assicurato alla giustizia 10 persone legate ai clan di camorra della zona di San Giovanni a Teduccio. Proprio a San Giovanni a Teduccio in queste ore ho incontrato cittadini e associazioni che costituiscono la vera anima di questa parte di Napoli. Persone che ogni giorno lottano per far emergere tutte le potenzialità di San Giovanni a Teduccio.
 
Proprio in questo momento non bisogna lasciarle sole. Dalle indagini è emerso che la lotta di inaudita violenza tra due cosche rivali si è scatenata proprio per un vuoto di potere scaturito da altri arresti. È fondamentale che ora sia la politica a colmare quel vuoto, a rioccupare i territori e a riconsegnarli ai cittadini perbene di San Giovanni. Cittadini che per anni hanno assistito increduli a lotte fatte di omicidi, esplosioni, ferimenti. Nell’inchiesta c’è anche un episodio riguardante la notte di Capodanno quando un bambino di 12 anni è stato ferito da proiettili mentre si trovava in casa a festeggiare.
 
La sua unica ‘colpa’? La casa dei parenti si trovava a pochi metri di distanza da quella di un affiliato di spicco di uno dei clan in lotta, vero obiettivo dei sicari. È ora di dire basta a tutto questo. Sosterrò con tutte le mie forze iniziative di cultura, legalità, e aggregazione sociale provenienti dagli onesti abitanti di San Giovanni a Teduccio”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.