Politica

Amministrative Sant’Antimo, Chiariello (FI):”Accolto nostro ricorso, Tar dispone riconteggio schede”

loading...
Sant’Antimo, 10 Gennaio – Saranno conteggiate nuovamente le schede elettorali relative alle elezioni amministrative di Sant’Antimo per verificare l’eventuale omessa attribuzione dei voti al primo turno alle liste che hanno sostenuto la candidatura a sindaco di Corrado Chiariello. Lo dispone l’ordinanza del Tar Campania 00153/2018 del 9 gennaio 2018 resa pubblica oggi dal Tar Campania.
 
A darne notizia è lo stesso Corrado Chiariello e i candidati di centrodestra ricorrenti Antonello Puca, Pasquale Barretta, Giuseppe Antonio Cesaro, Giovanni D’Aponte, Antimo Puca, Angela Maria Zara, Francesco Cammisa e Andrea Petito per i quali “anche questa volta avevamo visto giusto e, come avevamo auspicato, il nostro ricorso è stato ritenuto fondato tant’è che ora un collegio giudicante ha disposto la riapertura di oltre la metà delle schede valide e il riconteggio dei voti”.
 
“Il dato politico, che poi si traduce in un suggerimento all’amministrazione Russo, è che una giunta che si regge su appena un centinaio di voti di differenza, da verificare, e che oggi perde anche due consiglieri comunali, dovrebbe sentire il dovere di riconsegnare la città ai cittadini”, concludono gli esponenti di centrodestra.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.