Politica

Ambiente, Bonifica del Cimitero delle gomme di Scisciano.Cirillo (M5S):” Vorremmo sapere qual è lo stato della bonifica del sito e quante tonnellate di materiale combusto sia ancora da smaltire”

Napoli, 18 Luglio – “Vorremmo sapere qual è lo stato della bonifica del sito noto come il Cimitero delle gomme di Scisciano e quante tonnellate di materiale combusto siano ancora da smaltire.” Lo chiede Luigi Cirillo, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle in un’interrogazione rivolta al presidente De Luca e all’assessore all’Ambiente Bonavitacola. “A seguito dell’intervento del consorzio Ecopneus, la maggior parte delle tonnellate di pneumatici sono state rimosse dall’area – ricorda Cirillo – ma non le tonnellate di pneumatici combusti a seguito degli incendi che si sono verificati sul sito negli ultimi decenni, non rientrando nell’oggetto dell’intervento del consorzio”. 

“Gli pneumatici fuori uso, nel caso in cui siano bruciati, per verificare se siano o meno rifiuti pericolosi, devono essere soggetti ad analisi da parte della pubblica amministrazione – evidenzia Cirillo – per cui nell’interrogazione chiediamo se siano state fatte queste analisi e con quali esiti al fine di garantirne il corretto smaltimento.” “Inoltre nel 2014 la Regione Campania disponeva un finanziamento di € 42.700 in favore del Comune di Scisciano per le operazioni di movimentazione, prelievo e selezione dei PFU stoccati presso il “Cimitero delle gomme” – sottolinea Cirillo – e in relazione a questo finanziamento, vogliamo sapere quali operazioni sono state poste in essere, quali devono essere ancora completate con quali tempistiche.”

“Il problema del sito non è soltanto quello dello smaltimento dei pneumatici ma anche della relativa bonifica dell’area – aggiunge Cirillo -visto che nel 2002 leanalisi sul suolo condotte dall’ARPAC accertarono alti valori di concentrazione di Zinco rispetto ai limiti di accettabilità previsti per siti ad uso commerciale e industriale” “Chiediamo che si faccia quindi chiarezza in merito allo stato di contaminazione del sito di Scisciano – conclude Cirillo – e quali provvedimenti siano stati adottati per la sua bonifica eliminando una volta per tutte un grave problema ambientale che ha da sempre afflitto la comunità di Scisciano”. 


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa