Comuni

Albanella, strada provinciale 420 e ponte fiume cosa: sindaco Josa sollecita Provincia di Salerno

loading...
Albanella, 23 Giugno –  Messa in sicurezza della strada provinciale 420, in contrada San Nicola, e del ponte sul fiume Cosa: il Comune di Albanella fa nuovamente appello alla Provincia di Salerno. Il primo cittadino Renato Josca ha inviato l’ennesima sollecitazione all’ente, reiterando la richiesta di procedere ai lavori di manutenzione straordinaria dell’arteria viaria “con urgenza improcrastinabile”.
Necessari anche i lavori di ripristino del piccolo ponte sul fiume, il cui parapetto è crollato in diversi punti: la struttura allo stato rappresenta un forte pericolo per gli automobilisti e per l’incolumità pubblica. Il sindaco Josca, negli scorsi mesi, aveva chiesto più volte l’intervento della Provincia. La situazione, in cui versano la strada e l’area dove insiste il ponte sono davvero critiche: la carreggiata è costellata di buche e numerosi sono gli incidenti verificatisi e i danni riportati dalle autovetture. “Dopo i continui e ripetuti solleciti, invitiamo la Provincia di Salerno – scrive Josca – a porre in essere con urgenza ogni provvedimento volto alla riqualificazione del tratto stradale e del ponte, al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.