Comuni

Albanella, ancora “cafoni” in azione sul territorio

loading...

Albanella, 28 Febbraio –   Cafoni ancora in azione sul territorio. Sono stati identificati dalla polizia locale, guidata dal luogotenente Luigi Guarracino. Tre gli inquinatori beccati dalle telecamere di videosorveglianza in località Iscalonga. Gli incivili, non residenti ad Albanella ma in comuni limitrofi, è scattata la sanzione di oltre 300 euro prevista dall’ordinanza sindacale. Si tratta di rifiuti urbani, abbandonati all’interno di sacchetti di plastica nel canale, che scorre nelle vicinanze del bordo stradale.

Un anziano che scende per buttare un sacchetto di spazzatura, un lanciatore esperto che addirittura improvvisa un tiro dall’interno del veicolo e un terzo uomo che, dopo aver gettato un rifiuto si ferma sul ciglio della strada e con tutta  calma orina incurante delle auto che passano lungo la strada provinciale 11. “In seguito a tutti i verbali che abbiamo elevato – spiega l’agente accertatore, Silvio Marino – l’abbandono indiscriminato di rifiuti è sensibilmente diminuito. In particolare, va evidenziato che a delinquere sono in massima parte persone che non risiedono sul territorio di Albanella, pertanto lo scopo prefissatosi dall’amministrazione guidata dal sindaco Renato Josca è stato raggiunto con successo”.

 

inquinatore 2.jpginquinatore 3.jpg

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.