Comuni

Afragola, Manifesti per tutelare il “Copyright” della camorra

Borrelli: “Vicenda surreale. La camorra va denunciata sempre a prescindere dal nome del clan”
Afragola, 4 Marzo – I muri delle strade di Afragola sono stati tappezzati da alcuni surreali manifesti, firmati da Antonio Moccia, rampollo dell’omonimo clan.
I manifesti farebbero riferimento ad attività di estorsione e di spaccio di droga che non sarebbero ad opera dei Moccia ma bensì di altri che “sfruttano” la fama del clan: “Mi rivolgo ai commercianti, agli imprenditori ed a tutti i cittadini di Afragola e dei paesi vicini che vengono massacrati ogni giorno da estorsori che minacciano i nostri affari e che rovinano con la droga i nostri figli. Ho anche scoperto che più volte spendono il mio nome e quello della mia famiglia; vi invito a denunziare tutti i colpevoli e se vengono falsamente a nome della mia famiglia ancora più immediatamente.”.
Il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli che ha così commentato: “E’ una vicenda che farebbe ridere se non si trattasse di camorra e criminalità. Trovo surreale che un appartenente a una famiglia che ha avuto un ruolo nella storia criminale campana parli di denunce, mi chiedo se sia preoccupato per la legalità o invece per il nome della sua famiglia. Le denunce andrebbero fatte sempre, a prescindere da chi compia l’atto criminale. La camorra fa schifo, sempre, a prescindere da quale sia il nome del clan” .
Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.